Fact checking

Cosa sappiamo di quello che minaccia un attentato terroristico “in Italia” su 4chan

4chan anon italia minacce terrorismo attacco - 6

Ieri sera alle 23:12 un utente di DioChan, lo spinoff italiano di 4chan, ha pubblicato lo screenshot di un thread comparso sulla board /pol/ del famigerato “covo” degli Anonymous. Il thread è scomparso (è stato cancellato) ma restano ancora alcune tracce. Perché un piccolo thread, con appena una decina di risposte è così interessante? Perché l’OP al grido di quel che è troppo è troppo avvertiva di dare un’occhiata alle notizie dal mondo.

Cosa sono quei messaggi apparsi ieri su /pol/ di 4chan

«Someday this week something extraordinary, perhaps the first incident of this sort is going to happen in my country. A considerable number of thots will pay the toll, I’ll make sure to choose the most appropriate train for this deed. They won’t get me bevause I’ll an hero with everyone else, I have nothing to lose anymore and I’m ready to give my life for the cause», così si leggeva nel messaggio, prontamente ridicolizzato dagli altri utenti (oppure Anon è sempre la stessa persona?). Che cosa significa il messaggio? Una traduzione letterale lascerebbe intendere che si tratta dell’annuncio di un attacco terroristico “il primo del genere nel mio Paese”. Inoltre l’anonimo autore del messaggio faceva sapere di non aver paura di essere preso perché si la sua intenzione è quella di commettere il suicidio (an hero, è un meme che significa proprio l’atto di suicidarsi). Molti lo prendono per i fondelli, come quello che gli dice “Don’t fucking do anything near Lago Como I just got here and if you fuck it up for white Bois I’m going home”.

4chan anon italia minacce terrorismo attacco - 2
Fonte: DioChan

Di nuovo, perché è così importante questo messaggio? Perché in cima al post c’è la bandierina italiana, segno che quantomeno l’utente sta utilizzando una connessione “italiana” (ma non è detto che si trovi in Italia né che non stia usando dei proxy per offuscare il proprio IP). Successivamente, circa dodici ore dopo il post originale, quello che si presume essere lo stesso utente (con un ID utente diverso ma sempre con la bandierina italiana) pubblica un secondo post (qui la versione archiviata).

4chan anon italia minacce terrorismo attacco - 1

Anche in questo secondo thread l’autore ribadisce i – vaghi – concetti già espressi: la sua intenzione a diventare “martire”, la decisione di farla pagare a quei faggots (che letterlamente vuol dire finocchi) che pagheranno cara la loro “degenerazione”. Qualcosa succederà presto, di sicuro questa settimana, promette Anon.

4chan anon italia minacce terrorismo attacco - 7

C’è infine un terzo post – pubblicato sempre su /pol/ alle 13 di oggi – in cui le minacce vengono ulteriormente circostanziate. Anon annuncia che l’attacco prenderà di mira venerdì 09/30/2019 un “treno italiano in partenza da Roma con destinazione Milano”. Anon sbaglia a scrivere la data perché con la notazione statunitense avrebbe dovuto scrivere 08/30/2019 (non si capisce poi perché non usare la datazione italiana). L’avvertimento: non prendete treni in quella data (e non sono poi molti i treni che collegano direttamente la Capitale al capoluogo lombardo). Un po’ come la famosa bufala del terrorista che avverte di non prendere la metro a Ferragosto o a pasquetta (o i vari messaggi che consigliano di non recarsi in piazza o al centro commerciale o alla prima di Star Wars). Quante ne abbiamo sentite? In un’occasione un Anon di Anonymous Italia si inventò addirittura di aver sventato un attacco terroristico dell’ISIS a Firenze e si beccò una bella denuncia per procurato allarme, chissà che non sia anche questo il caso.

4Chan è un covo di terroristi?

Ora naturalmente la vera domanda è cosa fare di queste minacce. Perché se da un lato è vero che in più occasioni alcuni terroristi hanno scelto 4chan e proprio /pol/ per annunciare che sarebbero entrati in azione è anche vero che su 4chan cose del genere se ne leggono spesso (per dire, anni fa ci fu un tizio che chiese consiglio su quale arma usare per andare a caccia di Bin Laden in Afghanistan e Anon gli suggerì di usare una spada). E sono più quelli che fanno gli shitposter che quelli che poi passano davvero all’azione. Ad esempio l’attentatore di Charleston Dylann Roof non annunciò nulla su 4chan benché sicuramente si fosse abbeverato a certi concetti e ideologie tipiche di /pol/ dove poi spuntò il suo manifesto. Giusto per fare una precisazione ulteriore: Brenton Tarrant, l’attentatore di Christchurch, pubblicò il suo annuncio su 8Chan (una board simile) e poi direttamente su Facebook i link allo streaming. Il post di Tarrant poi era decisamente molto più circostanziato e ricco di informazioni.

brenton tarrant attacco terroristico moschea christchurch 8chan - 1

Se si dovesse dare retta a tutti quelli che minacciano il ricorso alla violenza o alla lotta armata su Internet (compreso in certi gruppi Facebook di esponenti delle forze dell’ordine) non si finirebbe più di scavare e indagare. Vale la pena ricordare che Alek Minassian, l’attentatore di Toronto, diede su Facebook (in maniera criptica) l’annuncio pochi minuti di entrare in azione e uccidere 10 persone. Certo, Minassian diceva di essere ispirato dal “Supreme Gentleman Elliot Rodger” il “re degli Incel” che nel 2014 uccise sei persone Isla Vista prima di suicidarsi e che è nel “pantheon” di 4Chan.

alek minassian toronto incel redpill mra attentato r9k -1

Nessuno di costoro ha usato /pol/ per dire che avrebbe fatto una strage. E non lo ha fatto nemmeno Luca Traini, il terrorista suprematista bianco di Macerata che è citato anche nel manifesto di Tarrant. I casi in cui 4chan è stata coinvolta in sparatorie e stragi non sono molti. Uno è quello in cui Neil Allen MacInnis nel 2013 annunciava che sarebbe entrato in azione pochi minuti prima di sparare – ferendole – a due donne. Un altro è il presunto post di Chris Harper-Mercer, l’attentatore dell’Umpqua Community College (10 morti) fatto il giorno su /r9k/ prima per avvertire di non andare a scuola l’indomani.

4chan anon italia minacce terrorismo attacco - 3

Ci sono senza dubbio visioni estreme su 4Chan, e ci sono persone che a parole sono estremisti, antisemiti, razzisti, misogini e omofobi. Sicuramente alcuni di loro lo sono realmente, per altri è una posa, un modo per irridere “la massa”. Sono però argomentazioni e messaggi che, come abbiamo scritto, circolano ovunque e sono ormai sdoganati anche nel linguaggio politico. Difficile dare la colpa ad un sito (o meglio certe board) che più che avere la funzione di “seminare” certi concetti ha più quello di raccoglitore (o cloaca, o specchio) della spazzatura concettuale della società. Non c’è dubbio che l’humus di /pol/ abbia ispirato e fecondato un certo tipo di suprematismo, quello che si richiama al Kekistan, che ha reso Pepe the frog un’icona dell’alt-right e vede in Trump il salvatore del mondo. Su 4chan sono state diffuse bufale come quella del complotto del Pizzagate (una sorta di Bibbiano all’ennesima potenza) ed è nato QAnon, che molti considerano una trollata nei confronti dei conservatori USA (che però ci credono davvero). Tutto questo per dire una cosa: di persone che minacciano sfracelli su Internet è pieno, su 4chan come su Facebook (per tacere di quelli che lo fanno al bar).

Leggi sull’argomento: Tutte le schifezze mai rinnegate da quel grandissimo statista di Giuseppe Conte