Tecnologia

Come il complotto QAnon sta arrivando in Italia grazie agli antivaccinisti

bartolomeo pepe qanon satelliti server cia - 6

QAnon è una curiosa teoria del complotto molto apprezzata da alcuni sostenitori del presidente USA Donald Trump che si riconoscono in quella che è la “Alt Right” americana. In base a quanto hanno scoperto coloro che “indagano” su QAnon Trump sarebbe vittima di una cospirazione perché starebbe cercando (in segreto) di liberare il mondo da un misterioso e potentissimo circolo di pedofili. In realtà questo gruppo di molestatori di bambini non è poi così segreto, anche perché sono coinvolti tutti, dalla CIA a Tom Hanks passando per Hillary Clinton.

Q: il piano di Trump per salvare il Mondo

Tutto è iniziato il 28 ottobre del 2017 con un post sulla board /pol/ di 4Chan – già famosa per essere uno dei punti di ritrovo della alt-right statunitense- quando un utente che si è fatto chiamare Q (da qui il nick Q Anon) e che sostiene di avere il massimo livello di clearance dell’intelligence USA ha iniziato a disseminare una serie di “indizi” sul vero ruolo di Trump e su presunte cospirazioni ordite da Obama, dalla CIA e da George Soros. I seguaci di questa teoria hanno poi iniziato a investigare ulteriormente sulle verità nascoste scoprendo ad esempio un legame con lo “scandalo” del Pizzagate, una bufala in base alla quale una pizzeria di Washington DC sarebbe in realtà la copertura per un club di potenti pedofili legati al Partito Democratico.

bartolomeo pepe qanon satelliti server cia - 3

Riassumendo molto in breve il succo di QAnon attualmente Donald Trump è impegnato in una lotta segreta contro il “deep state” (i poteri forti) che non stanno strenuamente resistendo al cambiamento epocale che l’amministrazione Trump sta portando avanti. Addirittura qualcuno avrebbe cercato di abbattere l’Air Force One durante la visita in Corea. Il motivo? Non è chiaro. Ma non è importante, perché il punto è che non si può fermare il cambiamento dell’era Trump che porterà all’incriminazione di Obama e dei Clinton che finalmente saranno incarcerati a Guantanamo.

bartolomeo pepe qanon satelliti server cia - 4

Ma dentro QAnon e il PedoGate c’è di tutto: ad esempio un film “snuff” che circola nel dark web dove si vede Hillary Clinton mutilare un bambino durante un rituale satanico.  C’è la storia di J. F. Kennedy che non sarebbe morto ma avrebbe solo “messo in scena” la sua morte e che ora sarebbe il misterioso Q. Oppure la teoria che Trump e i suoi collaboratori non siano davvero coinvolti nell’inchiesta sul Russiagate che in realtà vede sotto accusa la Clinton e Obama che sarebbero i veri obiettivi dell’indagine del procuratore Mueller.

Bartolomeo Pepe e i sette nani

I sostenitori di QAnon sono stati visti nel mondo reale, ad esempio ad alcuni comizi elettorali dei repubblicani, e l’Internet non ha mancato di notare che si tratta di persone di una certa età, non quella che si immagina abbiano i frequentatori di 4Chan. Si è quindi iniziato a pensare che tutta la teoria sia un gigantesco scherzo messo in piedi per ridicolizzare i supporter di Trump e della Alt Right. Tra coloro che pensano che si tratti di una trollata ci sono ad esempio i Wu Ming, il collettivo italiano di scrittori che nel 1999 pubblicò (con lo pseudonimo di Luther Blisset) il romanzo Q dal quale i creatori della teoria del complotto potrebbero aver tratto ispirazione per QAnon (anche alla luce del fatto che Wu Ming significa “Anonimo”).

bartolomeo pepe qanon satelliti server cia - 5

Nel frattempo però QAnon si arricchisce di nuovi particolari. Qualche giorno fa è stato annunciato che i “sette supercomputer della CIA” (per qualche oscura ragione chiamati con i nomi dei sette nani di Biancaneve) sono stati spenti per qualche tempo così come molto importanti satelliti spia e di comunicazione. Non è chiaro che significato abbia per QAnon questo evento che è stato interpretato come una black op condotta da qualche misterioso apparato dell’intelligence. Quello che importa è che un’altra informazione fornita da Q si è dimostrata essere vera.

bartolomeo pepe qanon satelliti server cia - 1

La “notizia” dell’attacco è arrivata anche in Italia, prima su uno dei gruppi Facebook del “Popolo Unico” poi per bocca dell’ex senatore M5S Bartolomeo Pepe. Secondo Pepe durante l’attacco i DNS dei sette super computer della CIA non erano accessibili e il traffico veniva rediretto sul sito del Ministero della Salute, dell’AIFA e dell’Agenzia del Farmaco. Diversi siti di ministeri inoltre hanno subito “malfunzionamenti temporanei”.

bartolomeo pepe qanon satelliti server cia - 2

Ma cosa significa? La risposta è semplice: QAnon (e quindi Trump) non solo sta lottando per liberare il Mondo dalla pedofilia ma anche per salvare i bambini italiani dalle vaccinazioni. Come infatti “spiega” Pepe i server della CIA sono “saltati” proprio alla vigilia dell’inizio delle scuole e della discussione sul milleproroghe (prevista per l’11 settembre!1). Sempre nello stesso momento il direttore di AIFA si è dimesso anche (per la vicenda della Diciotti) e la ministra Grillo non ha più parlato di vaccini. Ma soprattutto cosa ci facevano due siti italiani sui server della CIA? Nessuno ha mai detto che i server della CIA ospitavano anche i siti dei ministeri italiani (anzi non risulta) ma per Pepe dà la dimensione globale del complotto. Insomma secondo l’ex senatore QAnon non solo sta salvando l’America ma anche l’Italia. E poi Israele per ritorsione ha fatto scoppiare un deposito in Siria, così, a caso.

Leggi sull’argomento: Lo strano caso del guru dei genitori free-vax alla Camera per parlare di vaccini