FAQ

Sondaggi: a destra cresce solo Giorgia Meloni, 90% degli italiani preoccupato per le bollette

@Asia Buconi|

sondaggi politici oggi

L’occhio dei leader di partito (e non solo) continua ad essere vigile sui sondaggi. Oggi l’istituto di ricerca Quorum/YouTrend ne ha realizzato uno per SkyTg24, che mette in luce uno scenario simile al precedente in merito alle intenzioni di voto degli italiani e che affronta uno dei temi cruciali di queste ore, ovvero le sanzioni alla Russia. Per quel che riguarda le preferenze dei cittadini, si registra un arretramento della coalizione di Centrodestra dal 48,5% del sondaggio precedente al 47,3% di quello attuale. Discorso simile per quella di Centrosinistra, che passa dal 29,5% al 28,5%.

Sondaggi politici oggi 5 settembre: le intenzioni di voto degli italiani

Nello specifico, a guidare la classifica dei partiti c’è sempre Fratelli d’Italia col 24,2% delle preferenze (rispetto al 24,1% di una settimana fa). Nel resto della coalizione di Centrodestra la situazione è simile alla scorsa rilevazione, con la Lega al 13,5% (era al 13,8%) e Forza Italia all’8,1% (era all’8,7%). Cala all’1,5% anche Noi Moderati (1,9%). Di fatto, a destra i meloniani sono gli unici in crescita.

Per quel che riguarda il Centrosinistra, il Pd cala al 21,9% (la scorsa settimana era al 22,3%), mentre cresce al 3,5% l’alleanza Sinistra Italiana/Europa Verde (3,2%). +Europa si attesta al 2,2% (2,9%) e Impegno Civico è allo 0,9% (0,7%). Continua a crescere il Movimento 5 Stelle di Giuseppe Conte, che raggiunge il 12,1% (era all’11,1%). Mentre il Terzo Polo (Azione/Italia Viva) cala al 5,2% (dal 5,3%) e ItalExit sale al 2,6% (2,5%). Cresce anche la quota di indecisi e astenuti, che dal 38,8% della scorsa settimana sale al 42%.

In base al sondaggio, le figure in cui gli italiani ripongono maggiore fiducia continuano ad essere il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella (61%) e il Premier dimissionario Mario Draghi (54%). Solo dopo di loro troviamo i nomi dei principali leader di partito. Sul podio, Giorgia Meloni che ottiene il 39% della fiducia, Giuseppe Conte col 34% e Silvio Berlusconi col 29%. Alle loro spalle Matteo Salvini (29%), Emma Bonino (25%), Enrico Letta (24%), Carlo Calenda (19%) e Luigi Di Maio (18%).

Sondaggi politici oggi: il parere degli italiani su caro bollette, sanzioni alla Russia e nucleare

Un dato che emerge chiaro dai sondaggi politici oggi realizzati dall’istituto di ricerca Quorum/YouTrend è che il 90% degli italiani è preoccupato per il caro bollette. In merito alla spinosa questione delle sanzioni alla Russia, si registra un’evidente spaccatura tra gli elettori di Centrosinistra e quelli di Centrodestra, con il 71% dei primi che ritiene giusta la scelta di punire Putin. Diversa la situazione per gli elettori della Lega e di FI, con solo il 47% dei primi favorevoli alle sanzioni e il 52% dei secondi. I meloniani, invece, con una secca maggioranza (55%) sostengono che la scelta di sanzionare la Russia sia stata un errore.

Spaccatura netta anche sull’utilizzo del nucleare come metodo per uscire da future crisi energetiche: solo il 45% la considera un’eventualità praticabile, contro un 37% che si esprime contrariamente. Si nota una netta differenza tra un Centrodestra profondamente nuclearista (76%), così come gli elettori del Terzo Polo (84%) e un Centrosinistra contrario (47%) assieme al M5S (53%).