Trend

"Vi uso come cose", l'ultimo delirio di onnipotenza di Alessandro Orsini | VIDEO

neXt quotidiano|

alessandro orsini

Il limite tra il personaggio ospite di salotti televisivi e la realtà è stato travalicato da tempo. Soprattutto da quando Alessandro Orsini, chiamato a partecipare a diverse trasmissioni e talk show in qualità di esperto di sociologia del terrorismo internazionale (in riferimento alla Guerra in Ucraina), ha assunto una posizione polemica nei confronti di tutti coloro i quali contestano le sue posizioni sul conflitto e sull’invasione criminale fatta dalla Russia di Vladimir Putin. E il professore non accetta neanche critiche per errori palesi commessi in diretta social, come quello su William J. Broad tradotto(con Google Translate) William J. Ampio. E dopo la supercazzola per cercare di spiegare come il suo non fosse affatto un errore, ma una strategia, ecco un nuovo capolavoro al limite della megalomania.

Orsini se la prende con Aldo Grasso e la stampa italiana

Sul suo canale YouTube, ormai diventato un ricettacolo di attacchi alla stampa e a chi contesta le sue posizioni (e le sue previsioni sulla guerra in Ucraina), ecco che Alessandro Orsini si è scagliato contro Aldo Grasso con queste parole:

“Io sono un esperto in movimenti a carattere insurrezionale, sono un esperto di movimenti rivoluzionari e sono anche un esperto di strategie della repressione. Sono un esperto in rivoluzioni e un esperto in repressioni. E so esattamente quali tasti premere. E so esattamente le reazioni ai tasti che premo. Aldo Grasso, io ti faccio dire quello che io voglio dire. Aldo Grasso, io vi uso come cose. Vi muovo e vi faccio andare nelle direzioni che io reputo opportune”.

Dunque, lui rivendica un ruolo di predominio sui contenuti affrontati dalla stampa. E se la prende con Aldo Grasso che ieri, sulle pagine de Il Corriere della Sera, aveva invitato il servizio pubblico televisivo ad aprire un fronte di riflessione sulla presenza continuativa (è ospita fisso di CartaBianca, su Rai3, ogni martedì) di Orsini nei salotti della RAI.