Opinioni

«Le buche a Roma? Prendetevela con noi tra dieci anni»

A volte è colpa dei governi precedenti. Altre volte è colpa delle Olande precedenti. Più in generale, «se uno ride quando le cose vanno male è perché ha già trovato qualcuno a cui dare la colpa» (legge di Jones). Ma la raffinatissima tecnica dell’indicare un colpevole per discolparsi non è stata inventata dal MoVimento 5 Stelle al governo d’Italia e i meriti vanno dati a chi li ha: è stata inventata dal MoVimento 5 Stelle al governo di Roma.

Lo hanno usato per le buche, per ATAC, per la raccolta differenziata, per i Flambus e lo hanno fatto nonostante l’Agenzia per il controllo della qualità dei servizi della Capitale, dove è stato nominato un grillino, abbia confermato che la città è peggiorata sotto la Giunta Raggi. Oggi però si fa un passo in più nell’intervista che l’assessora ai Lavori Pubblici e naturopata (nonché contraria all’«abuso di vaccini») Margherita Gatta, già famosa per le dimenticanze del suo Dipartimento, ha concesso, bontà sua, a Lorenzo D’Albergo di Repubblica Roma. La Gatta ha infatti confermato che se ci sono le buche a Roma è colpa delle amministrazioni precedenti – e fin qui, non c’erano dubbi – ma ha anche spiegato quando sarà possibile prendersela con il M5S per qualcosa:

«Le penali per le imprese che lavorano male scattano. Sto chiedendo che vengano inasprite. Ma per legge non possono superare il 10 per cento del valore dell’appalto. Ecco, forse andrebbe cambiata la normativa. Le amministrazioni pagano danni materiali, danni d’immagine. Senza contare i disservizi per i cittadini». Non diciamolo a chi è rimasto con una gomma a terra. «I romani ringrazino coloro che non hanno lavorato bene prima».

E quando potranno iniziare a prendersela con i 5S?
«Tra una decina di anni vedremo se le strade che abbiamo rifatto ora hanno resistito o meno. Sono qui da poco più di un anno e ho accelerato per coprire l’emergenza e cominciare a ripristinare la normalità. Asfalti migliori e a lunga durata. Questo chiediamo alle aziende che partecipano alle gare. E poi abbiamo pronti 30 progetti, alcuni già a bando, per la manutenzione straordinaria».

Leggi sull’argomento: Come Di Maio ha incartato un bel cioccolatino agli operai Pernigotti

Ecco quindi che grazie a Margherita Gatta è tutto chiaro. Con chi oggi sta amministrando Roma potremo prendercela tra dieci anni, ovvero quando sarà passato da tempo il doppio mandato che il M5S assicura come pena massima (per gli amministrati) di discesa in politica per i personaggi che portano ai vertici delle istituzioni. Casualmente, quando saranno passati dieci anni i responsabili non saranno più in politica. E per l’epoca state sicuri che gli altri grillini diranno che dobbiamo prendercela con i grillini precedenti.