Opinioni

“Prima l'inciviltà dei tifosi italiani”: l’intollerabile ipocrisia di Matteo Salvini sull’esultanza dei tifosi marocchini

Asia Buconi|

tifosi marocco salvini

Stanno facendo molto discutere le immagini dei festeggiamenti della comunità magrebina in Italia dopo la qualifica del Marocco ai quarti di finale dei Mondiali di calcio in Qatar a seguito della vittoria ai rigori contro la Spagna, che ha segnato un traguardo senza eguali nella storia calcistica del Paese.

Alcuni tifosi sono scesi ieri in corso Buenos Aires, a Milano, per celebrare la vittoria inaspettata: nessun danno o problema segnalato. E lo stesso è accaduto a Roma, a Torino, a Prato, a Cuneo e a Licata.

Danni in piazza Gae Aulenti dopo i festeggiamenti dei tifosi del Marocco, Salvini: “I responsabili ripaghino tutto”

Discorso diverso per quanto accaduto a piazza Gae Aulenti, sempre a Milano, dove circa 300 marocchini si erano radunati per vedere la partita davanti al maxischermo messo a disposizione dal Consolato del Qatar. Appena tirato l’ultimo rigore decisivo, quello di Achraf Hakimi Mouh, i tifosi del Marocco hanno iniziato a prendere a calci i divanetti e gli arredi allestiti lì intorno, a lanciare fumogeni e a tirare verso il maxischermo bottiglie, lattine, pezzi di carta e rifiuti.

Normale amministrazione, verrebbe da dire: i tifosi italiani ci hanno abituato a momenti di inciviltà ben peggiori di fronte al successo dei propri beniamini. Non solo: come ha fatto prontamente notare qualcuno, l’unico episodio “condannabile” sarebbe proprio questo avvenuto in piazza Gae Aulenti, dato che nel resto d’Italia i tifosi magrebini hanno festeggiato civilmente senza rendersi protagonisti di alcun tipo di atto di vandalismo.

Ma, nonostante questo, a strumentalizzare subito le immagini dei tifosi marocchini in festa in piazza Gae Aulenti è stato il segretario leghista e vicepresidente del Consiglio Matteo Salvini che, pubblicando il video dei festeggiamenti a Milano, ha scritto sui propri profili social: “Il Marocco elimina la Spagna, così ‘festeggiano’ a Milano…Mi auguro che i responsabili vengano identificati e che paghino i danni”. Insomma, un altro modo per solleticare gli appetiti razzisti dei suoi sostenitori, come a ribadire: “Prima l’inciviltà dei tifosi italiani!”.