Politica

Salvini, Meloni, Casapound: tutti quelli che hanno inventato che il governo ha firmato il MES

Siccome era finito il 5G che causava il Coronavirus, ieri sera le pagine facebook di Matteo Salvini, Giorgia Meloni e Casapound in una triangolazione di fuoco che sembrava combinata (ma in realtà si odiano) hanno inventato insieme la firma del MES da parte del governo, di Gualtieri e/o di Conte. Si tratta di una fregnaccia che fa comprendere come non capiscano ancora come funziona l’Unione Europea anche se alcuni di loro percepiscono lauti stipendi da quest’ultima

salvini meloni casapound firma mes 3

Siccome era finito il 5G che causava il Coronavirus e degli immigrati che ci invadono in questo momento non importa niente a nessuno, ieri sera le pagine facebook di Matteo Salvini, Giorgia Meloni e Casapound in una triangolazione di fuoco che sembrava combinata (ma in realtà sono ciascuno concorrente dell’altro e si odiano) hanno inventato insieme la firma del MES da parte del governo, di Gualtieri e/o di Conte. Si tratta di una fregnaccia che fa comprendere come non capiscano ancora come funziona l’Unione Europea anche se alcuni di loro percepiscono lauti stipendi da quest’ultima. E si tratta di una bufala pericolosa perché accompagnata, in qualche caso, dall’invito a scendere in piazza per fare la rivoluzione in base a una falsa notizia. Il che, se ci pensate, è un po’ la strategia dell’estrema destra da quando è nata la Repubblica.

Salvini, Meloni, Casapound: tutti quelli che hanno inventato che il governo ha firmato il MES

La pagina di Giorgia Meloni, ad esempio, ieri sera già delirava sul ministro Gualtieri che “ha firmato per attivare il MES, niente Eurobond e Italia messa sotto tutela. Alla fine hanno vinto i diktat di Germania e Olanda, il Governo in questi giorni ha fatto finta di alzare la voce ma, tanto per cambiare, si è piegato ai dogmi nordeuropei”. E già che c’era vaneggiava anche di “alto tradimento”. Anche se probabilmente non ha pensato di attivare la clausola “Giuda Iscariota” come ha fatto la Lega, che – diciamocelo – su queste cose è ancora un passo avanti.
salvini meloni casapound firma mes

Ma la parte più bella dell’analisi meloniana è quella in cui chiama in causa “i diktat di Germania e Olanda”: perché, come abbiamo spiegato ieri, in Germania quelli contrari, contrarissimi agli eurobond sono gli alleati di Salvini, ovvero Alternative Fur Deutschland. In Olanda invece è stata votata una mozione che impegna il governo a dire no agli eurobond. E indovinate chi l’ha votata? Tra gli altri, anche il partito di questo signore qui sotto, che si chiama Thierry Baudet: il suo partito, il Forum door Democratic, FvD, siede insieme a Fratelli d’Italia nel Parlamento europeo.

salvini meloni olandesi

 

Salvini, la Lega e l’invenzione della firma del MES

Ma non c’è solo Giorgia sulle barricate. Anche Matteo Salvini e la Lega sono in prima linea. Con il deputato del Carroccio Claudio Borghi che ieri ha spiegato al Papa che Gualtieri è un Giuda e stamattina continua con la sua opera di disinformazione e raggiro dell’elettore incapace secondo una tradizione ormai assodata. Eppure, al netto del fatto che nella trattativa Conte ha messo sul tavolo una pistola scarica, come ha spiegato oggi Elio Truzzolillo, attualmente ci sono le condizioni (politiche, perché si sa che la politica vive in una posizione parallela rispetto alla realtà) per sostenere sia la tesi della vittoria che quella della sconfitta alla fine dell’Eurogruppo. Il ministro dell’Economia olandese Wopke Hoekstra, protagonista dell’opposizione dei paesi del Nord alle tesi di quelli del Sud, alla fine dell’Eurogruppo si dice soddisfatto su Twitter dell’accordo perché l’ESM è dedicato soltanto alle spese militare mentre per il supporto economico ci saranno delle condizioni (non sappiamo ancora quali).

salvini meloni casapound firma mes 1

E anche qui la Lega dovrebbe provare a stare in silenzio, perché oltre ad AFD in Germania, in Olanda il Partito delle Libertà di Geert Wilders ha votato la stessa risoluzione che ha votato l’alleato di Meloni. E indovinate chi è un amicone di Wilders e in Europa ha fatto il gruppo con lui?

thierry baudet salvini meloni

Già, proprio Matteo Salvini. Coincidenze? Che dice Voyager?

Infine c’è Casapound che dice che il governo “capitola e accetta il MES dopo aver spergiurato che non l’avrebbe fatto”. Ancora una volta, riprendiamo le parole di Ignazio Corrao, europarlamentare M5S che almeno ha capito come ci si allacciano le scarpe e che a tavola si mangia con le posate: «Il Mes esiste dal 2012, fu negoziato e approvato nel 2010-2011 da un governo di cui la Meloni era ministro e la Lega nord era parte. Hanno massacrato la Grecia con questo strumento. Noi del m5s abbiamo il dovere di provare a smantellarlo. La brutale ignoranza e malafede di Salvini e Meloni e l’esercito di zucche vuote che li seguono si evince dal fatto che l’attivazione del MES è una procedura complessa che passa per diverse fasi, un memorandum of understanding sulle condizioni del prestito e poi un voto del parlamento nazionale per approvarlo (ricordate che in Grecia 🇬🇷 ci fu anche un referendum? Io ero lì ad Atene quel giorno). E loro vogliono far credere all’opinione pubblica che Gualtieri, da solo, abbia già attivato tutto. Falsi come le banconote di 1000€ che stampa la Meloni nello scantinato di casa sua». E anche oggi i sovranisti italiani si sono trovati a farsi spiegare la politica dai grillini. Chi l’avrebbe mai detto che saremmo arrivati a questo?

Leggi anche: Quel Giuda di Gualtieri che è un traditore anche se non ha firmato il MES