Opinioni

Francesca Donato contro il MES ha un clacson e non ha paura di usarlo

È l’ora delle decisioni irrevocabili, diceva la Buonanima. E allora eccola, l’europarlamentare della Lega Francesca Donato, pronta a protestare contro l’accordo all’Eurogruppo sul MES: “Allora: vi dico cosa farò io. Io domani alle 12 andrò nella piazza più vicina a casa mia, in auto. Mi fermerò e senza scendere dalla macchina inizierò a suonare il clacson come se non ci fosse un domani. Lo farò per un’ora, se non mi portano via prima. Sarà la mia protesta”.

francesca donato clacson auto

L’europarlamentare che qualche tempo fa ha spiegato che no, la Lega non vuole uscire dall’euro e che alla fine chi lo aveva mai anche solo pensato ieri sera era piuttosto avvelenata e invece di pensare alle conseguenze di una strombazzata di clacson durante la quarantena ha invitato alla rivolta anche le forze dell’ordine, che secondo lei non dovrebbero fermare e multare chi uscirà di casa per protestare.

francesca donato clacson auto 1

E ha detto che questo è un segnale “visibile” del dissenso invece dei sondaggi che danno Conte al 90%.

Il fremito di ribellione che sprizza dai pori di Donato potrà consustanziarsi in due modi: il primo, il più probabile, è che la strombazzata alla fine duri qualche manciata di secondi per evitare l’arrivo della polizia. Il secondo è che la polizia arrivi lo stesso e in questo caso speriamo di avere un video dell’incontro ravvicinato del terzo tipo.

Leggi anche: Sondaggi Piazzapulita: Lega ancora in calo

Mario Neri

Mario Neri è uno pseudonimo. La foto di Cattivik che usa come immagine del profilo lo rappresenta pienamente