Economia

Nunzia Catalfo: chi è la ministra del Lavoro del governo Conte Bis

nunzia catalfo

Nunzia Catalfo è la nuova ministra del Lavoro del governo Conte Bis. La Catalfo ha presentato il primo disegno di legge sul reddito di cittadinanza e, di recente, aveva proposto il ritorno della scala mobile. Sua è anche la proposta di legge M5S sul salario minimo, che prevede di fissare la soglia della retribuzione minima oraria a 9 euro l’ora “al lordo degli oneri contributivi e previdenziali”. Si tratta della cifra più alta tra quelli in vigore nei paesi OCSE che – hanno detto i rappresentati dell’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa e dell’Istat durante un’audizione alla Camera – potrebbe comportare per le aziende «un aggravio di costo pari a circa 4,3 miliardi complessivi». Negli altri paesi la media oscilla tra i i 4 e i 6 euro l’ora. Fanno eccezione gli USA (dove il minimo è fissato a 7,8 dollari), la Germania, dove la retribuzione oraria lorda è pari a 9,3 euro. Più su ancora la Francia, che lo ha fissato a 10,1 euro.

salario minimo 9 euro l'ora
Lavoratori con retribuzione oraria inferiore ai 9 euro l’ora (La Stampa, 12 giugno 2019)

Veniva indicata qualche tempo fa tra gli eletti non laureati del M5S: ha la maturità scientifica. Presidente della Commissione Lavoro a Palazzo Madama, era finita nelle cronache dei quotidiani qualche tempo fa perché era stata scippata a Trastevere. Ha lavorato agli sportelli per il lavoro della Regione Sicilia; prima era stata  Responsabile dei processi di promozione in Regione.

nunzia catalfo dichiarazione dei redditi
La dichiarazione dei redditi di Nunzia Catalfo prima di essere eletta al Senato

 

Leggi anche: Paola Pisano: chi è la ministra M5S per l’innovazione tecnologica