Politica

Corvelva: l’«analisi» dei vaccini arriva alla Camera (grazie alla deputata M5S)

sara cunial m5s 1

Corvelva arriva alla Camera. Il 24 gennaio la Camera dei Deputati ospiterà un convegno in cui il Coordinamento Regionale Veneto per la libertà delle vaccinazioni presenterà “analisi quali-quantitative su specifici vaccini utilizzati sul territorio italiano e proposti dal Ssn, commissionate dall’associazione a professionisti del settore per dare seguito agli approfondimenti sollecitati nel report conclusivo della Commissione parlamentare d’Inchiesta ‘Uranio impoverito’, al fine di controllare la conformità alla scheda tecnica nonché la presenza di componenti non dosati, e di cui non è stato dato conto”.

Il convegno di Corvelva alla Camera (grazie alla deputata M5S)

Interverranno all’incontro a Roma: Ivan Catalano, ex deputato grillino ed vicepresidente Commissione parlamentare di inchiesta uranio impoverito; Loretta Bolgan, chimica specializzata in tecnologie farmaceutiche; Andrea Rinaldelli, padre di Francesco, Alpino deceduto, che da anni segue con attenzione i lavori delle varie commissioni la cui storia è stata ampiamente approfondita nella recente relazione cerca ancora risposte. Modererà la conferenza stampa Nassim Langrudi, referente dell’Associazione Corvelva.

vaccini corvelva il tempo
Il Tempo, 23 dicembre 2018

Qualche tempo fa Corvelva aveva presentato un’altra ricerca (di cui la Bolgan, presente il 24, ha firmato la relazione tecnica) in realtà inattendibile, come spiegato da Giulia Corsini su neXtQuotidiano: lo studio finanziato da Corvelva affermava che nei lotti di vaccini analizzati manca il principio attivo, cioè gli antigeni vaccinali (necessari per la risposta protettiva) e che ci siano addirittura dei contaminanti. Ma le metodiche impiegate sia per rilevare possibili contaminanti che per rilevare gli antigeni sono entrambe inadatte e i risultati mal interpretati. Infatti, per rilevare gli antigeni si è cercato di sminuzzare le proteine che costituiscono i principi attivi dei vaccini esaminati – gli antigeni sono infatti proteine – per poi rilevare specifiche sequenze di aminoacidi (i mattoncini che compongono le proteine) che identificherebbero in maniera univoca gli antigeni vaccinali se presenti. Ma per sminuzzare le proteine si è usato un enzima che è bloccato da un ingrediente del vaccino, rendendo i risultati praticamente inutili.

Sara Cunial porta Corvelva alla Camera?

La parte curiosa della vicenda è che il deputato Michele Anzaldi scrive su Facebook che il convegno si svolgerà su richiesta della deputata veneta del M5S Sara Cunial. La storia di Sara Cunial è una delle più peculiari della campagna elettorale grillina. Messa in lista in Veneto dopo aver vinto le primarie grilline, era stata esclusa dalle liste dopo le proteste dello scienziato Guido Silvestri, ma successivamente è stata riammessa nonostante le rassicurazioni dello stesso Silvestri perché avrebbe “accettato la linea del M5S sui vaccini”.

sara cunial 2

Poi la deputata si è segnalata per la presenza a manifestazioni contro i vaccini senza che il M5S (e i suoi esperti) aprisse bocca e ha affiancato il senatore Ciampolillo nella sua lotta per la propagazione della xylella. All’epoca, disse il M5S, la Cunial si era impegnata a non parlare più di vaccini.

EDIT: L’ufficio stampa M5S della Camera conferma che è stata la Cunial a organizzare: “L’evento non si svolgerà in una sala di rappresentanza ma all’interno della sala stampa. Né gli uffici né la presidenza possono esprimere valutazioni sul merito della conferenza che rimane pienamente nella responsabilità del parlamentare che la organizza”.

Leggi sull’argomento: De Falco porta il M5S in tribunale