Opinioni

La rissa tra Barbara D’Urso e Sergio Vessicchio sul tesserino di giornalista ritirato

Ieri Barbara D’Urso ha avuto la bella idea di ospitare a Non è la D’Urso Sergio Vessicchio, il giornalista napoletano che aveva insultato una guardalinee prima di una partita di un campionato napoletano e si era poi “scusato” in maniera abbastanza curiosa, tanto da portare l’Ordine dei Giornalisti della Campania a radiarlo. In questo spezzone la D’Urso litiga con Vessicchio sostenendo di aver restituito (lei) la tessera dell’Ordine dei Giornalisti perché faceva pubblicità e che l’esposto nei suoi confronti da parte di Enzo Jacopino, all’epoca presidente dell’OdG, è stato archiviato dalla magistratura.

In un’intervista rilasciata dieci anni fa a Vittorio Zincone per il Corriere della Sera invece Barbara D’Urso diceva di essere stata radiata dall’Ordine. Successivamente, come ha raccontato La Stampa, il Gip del Tribunale di Monza ha rigettato e archiviato per infondatezza l’accusa di «esercizio abusivo della professione giornalistica» intentata contro la conduttrice e Mediaset lo ha reso noto non senza soddisfazione «per la decisione relativa a una capace conduttrice e a un proprio programma», Domenica Live, che, secondo il giudice, è inquadrabile, nella tipologia dell’infotainment, cioè “informazione e intrattenimento”. L’esposto del novembre 2014 chiedeva di inibire l’attività professionale della d’Urso nel programma Domenica Live in quanto non iscritta all’Ordine dei Giornalisti, ma il giudice ha accolto la richiesta di archiviazione del pubblico ministero, Walter Mapelli, in ragione della tutela dei diritti fondamentali, quali quello di libertà di manifestazione del pensiero. In particolare, il gip Giovanni Gerosa ha chiarito che nel programma la conduttrice è coadiuvata da una redazione di giornalisti professionisti». Ma qui interviene proprio Enzo Iacopino, che conferma tutto e smentisce la stessa D’Urso sulla sua radiazione:

barbara d'urso iacopino

Leggi anche: I sondaggi del Tg di La7: Lega in calo, cresce FdI

Mario Neri

Mario Neri è uno pseudonimo. La foto di Cattivik che usa come immagine del profilo lo rappresenta pienamente