Fact checking

Loris Mazzorato: l’ex sindaco leghista che crede che i vaccini causino la SIDS

Loris Mazzorato non è più sindaco di Resana (Treviso) ma continua a combattere la sua battaglia contro i vaccini obbligatori. Il “sindaco dei veneti”  – questo il nome della lista con cui si è presentato alle ultime elezioni – che in passato ha raccontato di guidare il Comune secondo i precetti di Scientology è diventato negli ultimi tempo uno degli idoli del popolo free-vax. Non è un medico ma è semplicemente un personaggio molto pittoresco che alle manifestazioni (che siano quelle contro le banche venete o contro la legge Lorenzin) si presenta con abiti di scena e cartelloni dove paragona il dottor Roberto Burioni a Hitler e Stalin (non c’è traccia di Xenu).

Loris Mazzorato, l’ex sindaco di Resana idolo del popolo Arancione

Quali sono gli eroi di Mazzorato è presto detto. Nel pantheon dell’ex sindaco scientologista (si legge su un cartellone) ci sono Gesù, Madre Teresa di Calcutta e Gabriella Lesmo, la dottoressa radiata la scorsa settimana dall’Ordine provinciale dei medici di Milano che sostiene la correlazione tra vaccinazioni e autismo e che propone terapie “chelanti” o sedute di cura all’interno della camera iperbarica. Mazzorato non è solo impegnato sul fronte dei vaccini e delle danneggiati dalla crisi delle banche venete. Ha anche preso parte alla “rivoluzione” del Generale Antonio Pappalardo andata in scena nel settembre 2017. Una rivoluzione sostenuta anche da alcune frange del “popolo Arancione” dei free-vax.

loris mazzorato striscione vaccini corvelva - 2
Loris Mazzorato lunedì davanti a Villa Contarini a Piazzola sul Brenta

Quando era sindaco Mazzorato aveva fatto recapitare alle famiglie di Resana un volantino che “spiegava” i pericoli delle vaccinazioni pediatriche. Ora che è un semplice consigliere comunale Mazzorato si limita ad manifestare il suo dissenso contro i vaccini come ha fatto lunedì di fronte all’ingresso di Villa Contarini a Piazzola sul Brenta (PD) dove si stava tenendo un convegno sui vaccini con la partecipazione del Direttore del Dipartimento di Malattie Infettive, Parassitarie ed Immunomediate dell’Istituto Superiore di Sanità Giovanni Rezza.

Loris Mazzorato e la bufala dei vaccini che causano la SIDS

Tornato a casa Mazzorato deve aver avuto l’idea di continuare il suo apostolato free-vax esponendo sulla ringhiera di casa un manifesto che denuncia l’occultamento dei rapporti che “dimostrano” una correlazione causa-effetto tra vaccino esavalente e SIDS, ovvero la sindrome della morte improvvisa in culla dei neonati. Lo striscione riprende la campagna dell’associazione free-vax Corvelva già oggetto delle critiche e delle denunce dell’Ordine dei medici di Foggia.

loris mazzorato striscione vaccini corvelva - 1
Lo striscione appeso da Mazzorato sul balcone di casa

Si tratta di una bufala, e di una bufala pericolosa perché l’inesistenza di una correlazione causale è stata confermata da diversi studi scientifici. Uno di questi è stato condotto in Italia è ha preso in considerazione i bambini nati dal 1999 al 2004 (circa 3 milioni di bambini) per valutare il rischio dopo la vaccinazione: lo studio Hera non ha riscontrato una possibile relazione causale tra i vaccini somministrati e l’insorgenza di morti improvvise. Negli ultimi anni negli USA inoltre si è verificata una diminuzione delle SIDS, senza che vi fosse una diminuzione dei bambini vaccinati altrettanto consistente. La spiegazione per la presunta correlazione è che la maggior parte dei bambini riceve diversi vaccini tra 2 e 12 mesi d’età, la stessa età nella quale è possibile il verificarsi della SIDS. Il fatto che una SIDS si verifichi a breve distanza dalla vaccinazione non implica un rapporto di causa-effetto.

loris mazzorato striscione vaccini corvelva - 3
Loris Mazzorato alla manifestazione free-vax di Venezia

Il Gazzettino di oggi riporta una dichiarazione del sindaco di Resana – Stefano Bosa – che sembra ormai rassegnato all’attivismo free-vax di Mazzorato: «Prima ce n’erano altri, ne compare uno ogni 15 giorni. Se Mazzorato pensa di affrontare le questioni creando inutile allarmismo con gli striscioni lo lasciamo fare, è casa sua».

loris mazzorato striscione vaccini corvelva - 4
Mazzorato (a destra, vestito da morte) con la senatrice veneta (ex M5S) Paola De Pin ad una manifestazione free vax a Roma

Di diverso avviso il direttore generale dell’USL Francesco Benazzi secondo il quale «Mazzorato dovrebbe stare attento, il rischio per lui è di incorrere in procedimenti giudiziari da parte di chi produce i vaccini, vista la sua accusa che, in assenza di prove, resta del tutto infondata». Nel frattempo però nei vari gruppi free-vax c’è già chi lo considera un eroe. Qualche mamma vorrebbe addirittura stampare adesivi free-vax da attaccare sulla macchina ma teme che qualcuno (i poteri forti? Big Pharma?) possa “vandalizzarla”. Ed in fondo la battaglia contro i vaccini è tutta qui: travestimenti buffi, striscioni, manifesti e nessuna prova scientifica.