Fact checking

Le teorie del complotto dei grillini sul voto anticipato

m5s golpe mattarella voto anticipato - 23

Delusione, preoccupazione e rabbia, questi i sentimenti principali degli elettori e attivisti a 5 Stelle di fronte alla possibilità – prospettata ieri dal Presidente della Repubblica – di un governo “neutrale”. C’è già chi lo chiama, e non è affatto una prerogativa degli elettori pentastellati, il “golpe neutrale” di Mattarella, l’ennesimo governo “non eletto dal popolo” in spregio alla volontà popolare. Le alternative però non sono affatto semplici. Da un lato c’è la possibilità di andare subito al voto, dall’altra la difficile strada per un accordo di governo politico con altri partiti.

Quelli che non vogliono andare al voto a luglio per paura del complotto della legge elettorale

Questa è una delle rare volte in cui il popolo a 5 Stelle non sa da che parte stare. Perché mentre deputati e senatori di grido (come Danilo Toninelli e Manlio Di Stefano) oppure figure di spicco del M5S (come Alessandro Di Battista) hanno già cambiato registro e nel dire no a qualsiasi forma di governo tecnico chiedono a gran voce di tornare alle urne molti elettori non sembrano essere d’accordo. Le motivazioni sono le più varie. C’è chi ritiene che andare a votare sia un inutile spreco di soldi e che nel frattempo aumenterebbe l’Iva e questo si ritorcerebbe contro proprio al M5S.

m5s golpe mattarella voto anticipato - 3 m5s golpe mattarella voto anticipato - 11

Nei commenti ad un post in cui Danilo Toninelli spiega la sua contrarietà ad un governo neutrale c’è chi gli fa notare che andare a votare a luglio è una trappola perché “non ci saranno i numeri in piena estate”. Molti infatti temono che a luglio la maggior parte degli elettori sarà già in ferie e che quindi a spuntarla potrebbe essere il Centrodestra o – peggio ancora – il Partito Democratico. Nessuno sembra essersi accorto che Luigi Di Maio non ha nessuna intenzione di modificare la legge elettorale.

m5s golpe mattarella voto anticipato - 9m5s golpe mattarella voto anticipato - 4

Andare al voto senza prima cambiare la legge elettorale poi sarebbe secondo altri un vero e proprio suicidio politico. E e su questo tema si innesta un’altra teoria del complotto, quella secondo la quale Renzi e Berlusconi quando hanno scritto la legge elettorale attuale sapevano che il M5S non avrebbe avuto i numeri per governare. Insomma, in qualsiasi modo la si metta è sempre “colpa del PD”, anche quando Dem non hanno i numeri nemmeno per organizzare un torneo di calcetto.

m5s golpe mattarella voto anticipato - 18m5s golpe mattarella voto anticipato - 5

Qualcuno ancora prova ad appellarsi al senso di responsabilità delle forze politiche, in questo caso del M5S. Il MoVimento dovrebbe fare un governo – scrive un elettore sulla pagina di Luigi Di Maio – e stare con la “bacchetta in mano” pronto a “spaccare le mani a chi le mette nella marmellata”.

m5s golpe mattarella voto anticipato - 19

Il problema è che si è arrivati a questo punto, ragionano altri, perché il M5S non ha saputo amministrare il consenso e invece che essere l’ago della bilancia ha finito per rincorrere prima Salvini poi il Partito Democratico.

Quelli che vogliono andare a votare a luglio perché così si arriva al 40% (all’ombra)

Sul versante opposto ci sono coloro che a luglio al voto ci vogliono andare, perché è il momento di dare al Paese il governo del cambiamento che merita. E si è già trovato il responsabile di questa situazione: Sergio Mattarella che ha firmato la legge elettorale scritta appositamente dagli altri partiti per impedire al M5S di andare a governare. Gli elettori non hanno certo dimenticato di quando Di Battista definì il Rosatellum “un golpe”.

m5s golpe mattarella voto anticipato - 13

Il MoVimento non deve cedere alla tentazione di sostenere un governo tecnico (o neutrale) perché si metterebbe in cattiva luce con gli elettori. Meglio invece andare al voto il prima possibile (c’è chi propone addirittura giugno) però con una strategia nuova: «perché non facciamo più simboli sotto la bandiera dei 5 Stelle?» chiede un elettore che ha sicuramente ben assimilato la lezione delle regionali in Molise e in Friuli-Venezia Giulia.

m5s golpe mattarella voto anticipato - 17

L’arma del MoVimento 5 Stelle è il voto, e se necessario «si va a votare 100 volte finché il governo non sarà deciso dai cittadini\elettori\contribuenti» nella speranza che alla fine il risultato sorrida proprio al MoVimento.

m5s golpe mattarella voto anticipato - 22

Qualcuno potrebbe pensare che si tratta di un’idea strana, ingenua e perché no anche un po’ antidemocratica. Ma non è così. Perché come insegna il caso di Genova con la scelta del candidato sindaco pentastellato è proprio così che vanno le cose nel M5S. Se un risultato non è soddisfacente si indicono nuove elezioni, magari cambiando anche la base elettorale.

Il golpe di Mattarella va combattuto ad ogni costo!

Ma cosa pensa lo zoccolo duro degli elettori pentastellati? Questa è la domanda da un milione di dollari che in molti si stanno facendo. Il problema è che i recenti mutamenti della linea politica del MoVimento rendono difficile identificare i nuovi duri e puri, custodi di un’ortodossia che oramai non esiste più nemmeno sulla carta. Se gli ortodossi sono quelli che seguono la linea dei portavoce pentastellati senza discutere allora in questo momento sono la minoranza, perché non sono in molti sulle varie pagine Facebook a sostenere la proposta di andare al voto subito.

m5s golpe mattarella voto anticipato - 2

Se invece lo zoccolo duro è composto da coloro che non hanno mai smesso di denunciare i complotti e le manipolazioni della casta allora gli ortodossi sono idealmente coloro che in queste ore se la prendono con il Presidente della Repubblica e il suo golpe neutrale. Un tema per la verità non nuovo visto che il timore per un tradimento di Mattarella era tra le motivazioni delle “manifestazioni” a favore di Di Maio premier organizzate dal MoVimento 5 Stelle Romania davanti a Montecitorio.

m5s golpe mattarella voto anticipato - 7

Per i costituzionalisti dell’Internet il golpe di Mattarella si concretizza in due fasi: la prima è la firma sulla legge elettorale che ha portato a questa situazione di stallo, la seconda è il governo tecnico che ha l’obiettivo di imporre all’Italia “l’ennesima giunta fantoccio PD imposta da Bruxelles per varare una legge di bilancio imposta dalla UE”.

m5s golpe mattarella voto anticipato - 1

L’unica soluzione per evitare il golpe è un governo M5S-Lega, e c’è chi rivolge accorati appelli a Salvini e Di Maio affinché trovino una soluzione per salvare il Paese.

m5s golpe mattarella voto anticipato - 20

La rabbia nei confronti di Mattarella traspare da molti messaggi che lo definiscono “un presidente della Repubblica buono solo come figura che non ha né la personalità né il carattere di decidere per il bene del popolo di cui lui è il garante”. Un giudizio che riassume bene tutte le questioni irrisolte di molti pentastellati con la democrazia. Da un lato si accusa Mattarella di aver voluto fare un golpe perché non tiene conto del risultato elettorale, dall’altro gli si chiede di essere un garante à la Beppe Grillo, ovvero uno che decide per il popolo. Facendo un golpe.