Fact checking

Le sciocchezze di Davide Barillari sui vaccini e su come evitarli con la nutrizione preventiva

davide barillari vaccini di stato - 7

Tutti sanno che chi dice che il MoVimento 5 Stelle è contro i vaccini sta dicendo una sciocchezza. Ed è per questo che il consigliere regionale Davide Barillari, da sempre attento e informato sul tema, ha deciso di spiegare quanto quella frase sia sbagliata. Lo ha fatto su Twitter dove in un paio di cinguettii ha fatto capire chiaramente (a tutti coloro che sanno leggere) cosa ha capito in questi anni di studio sul tema dell’immunizzazione della popolazione e su come ottenerlo.

Davide Barillari contro i vaccini di $tato

Tutto inizia con un tweet dove Barillari si chiede «Perché lo $tato mi obbliga a fare le vaccinazioni, ma invece non mi obbliga a mangiare sano, a fare prevenzione con uno stile di vita equilibrato, a fare attività fisica e sociale??». Ha scritto proprio così Stato con il simbolo del dollaro al posto della esse, per far capire che dietro i vaccini c’è in gro$$o bu$ine$$. Come sapranno quelli che hanno seguito le sorti del Libro Bianco per la Salute redatto dal M5S Lazio nel corso della scorsa legislatura regionale infatti propone soluzioni alternative ai piani vaccinali come “migliorare il più possibile le condizioni igieniche delle scuole in modo da ridurre ulteriormente il rischio infettivo” oppure “sostenere la corretta e sana educazione alimentare per rafforzare il sistema immunitario”. Tutte cose importantissime, per carità, ma che non hanno niente a che fare con l’obiettivo delle vaccinazioni di massa né servono a prevenire e ridurre le infezioni per le quali esistono i vaccini.

davide barillari vaccini di stato - 1

Non è quindi una novità quello che ha scritto oggi Barillari, che nelle risposte date a chi prova a spiegargli la differenza tra una sana e corretta alimentazione e le vaccinazioni dimostra di non aver capito lo scopo dei piani vaccinali. Secondo Barillari infatti le vaccinazioni servono solo in caso di “emergenza epidemiologica”. Ma i vaccini si fanno prima che scoppi un’epidemia non dopo, quando vaccinare rimane una misura di prevenzione importante ma senza dubbio meno efficace.

davide barillari vaccini di stato - 2

Il pentastellato Barillari è così a favore delle vaccinazioni che definisce la legge Lorenzin “un TSO di massa su tutta la popolazione 0-6” e chiede all’interlocutore se per caso prima che “fossimo obbligati” in Italia “si moriva per strada”? Evidentemente il consigliere a 5 Stelle ritiene che per spingere lo $tato a imporre i vaccini obbligatori sia necessario vivere una situazione simile alla peste raccontata da Manzoni nei Promessi Sposi. Per fortuna le istituzioni sanitarie la prevenzione la fanno in un altro modo.

davide barillari vaccini di stato - 4

Ed è solo un caso che Barillari contrapponga all’efficacia dei vaccini la “nutrizione preventiva”. Lo stesso genere di “prevenzione” proposto dal medico radiato Roberto Gava che nei suoi libri e nei suoi video spiegava che si possono evitare i vaccini potenziando l’organismo tramite l’alimentazione. Come ha spiegato il dottor Roberto Burioni in un’intervista a neXt Quotidiano «Una sana alimentazione e delle buone condizioni igieniche sono auspicabili, ma un bambino sano che vive in condizioni igieniche ideali e perfettamente alimentato può comunque contrarre il morbillo e morire. I vaccini sono indispensabili e insostituibili nel prevenire gravissime malattie».

Davide Barillari incontra i free-vax ma non i pro vax

Insomma sembra di capire che Barillari non solo è contro l’obbligo ma anche contro i vaccini se somministrati in un “quadro epidemiologico non emergenziale”. Il che la dice lunga su quanto informate siano le sue opinioni. Eppure il consigliere pentastellato insiste, su Facebook, nel dire che la legge Lorenzin è un “grave errore” ricorrendo alla solita spiegazione dei free vax, ovvero che le vaccinazioni di massa vanno messe in discussione perché sono “cambiate profondamente le condizioni igienico sanitarie e l’incidenza stessa delle malattie infettive”. Barillari poi tranquillizza i genitori preoccupati: vaccini per gli immigrati (che portano malattie) e per tutti gli altri un approccio personalizzato che tenga conto dell’anamnesi familiare e genetica del bambino.

davide barillari vaccini di stato - 5

Non mancano gli appelli a “non discriminare” i bambini non vaccinati e i genitori che difendono la libertà di scelta e “vogliono solo proteggere i loro figli”. Barillari non dice però da cosa li vogliono proteggere, perché non essere trasparenti fino in fondo e addentrarsi nel ginepraio delle “reazioni avverse” e dei pericoli dei vaccini?

davide barillari vaccini di stato - 6

La colpa è tutta della scienza, che non si è aperta al “dibattito sereno e partecipato”. Un dibattito, va detto, ampiamente condizionato dalle associazioni free-vax e no vax e dalle bufale che continuano a propalare. E c’è da chiedersi quale potrebbe essere il contributo al dibattito di una persona che ritiene che mangiare sano possa sostituire la vaccinazione contro il morbillo. Ed ecco che il M5S, che non governa in Lazio e non ha nemmeno ricevuto l’incarico di formare un governo nazionale è già pronto ad avviare “un tavolo tecnico partecipato” per riformare “l’interno sistema vaccinale”. Questa è la risposta del M5S. E chi pensava che la risposta fosse quella formulata dal consulente per la vaccination policy del MoVimento, evidentemente si sbagliava. Barillari continua a preoccuparsi di dare una risposta alle associazioni e ai genitori free-vax. La settimana scorsa ha incontrato i rappresentanti di AURET, un’associazione che propaganda la bufala della correlazione tra vaccini e autismo. Quand’è che risponderà anche ai genitori dei bambini immunodepressi o a quelli che rispettano la legge e fanno vaccinare i propri figli?

Leggi sull’argomento: Le balle di Davide Barillari (che non sarà nella giunta di Roberta Lombardi)