Politica

Barillari (e 146 consiglieri M5S) chiedono a Giulia Grillo di “superare” la Legge Lorenzin. Con una free-vax

appello 146 m5s vaccini obbligo lorenzin - 5

«Importante giorno per il superamento dell’obbligo vaccinale. News a breve….» così ieri su Facebook il consigliere regionale M5S Davide Barillari – nel giorno della scadenza per la presentazione della documentazione comprovante le vaccinazioni – annunciava una tappa fondamentale per il “superamento” dell’obbligo introdotto dalla legge 119/2017 altrimenti nota come Legge Lorenzin. Qualcuno potrebbe pensare al DDL 770 in discussione in Parlamento, e invece no: si tratta di una lettera firmata da 146 “portavoce” (ovvero eletti nel M5S) del MoVimento indirizzata al presidente della Commissione Sanità del Senato Pierpaolo Sileri.

L’appello di Barillari per fare presto a “superare” la Lorenzin

Barillari è uno dei firmatari dell’appello sottoscritto da consiglieri comunali, regionali e sindaci eletti tra le fila del MoVimento. Tra loro ci sono ad esempio Raffaella Sensoli, che già si oppose all’approvazione della legge regionale dell’Emilia Romagna sui vaccini obbligatori (curiosamente la Lega all’epoca sosteneva la necessità dell’obbligo, oggi invece fa il contrario). Ci sono poi Renzo Colpo, il consigliere comunale trentino che accompagnò i free-vax di Corvelva ad un incontro con il sottosegretario Bartolazzi e il consigliere municipale romano Massimiliano Quaresima, noto sostenitore del complotto delle scie chimiche.

appello 146 m5s vaccini obbligo lorenzin - 1

Gli eletti pentastellati esortano il Parlamento e il governo a superare al più presto la legge 119/2017 che per qualche strana ragione il senatore Sileri definisce ancora “decreto Lorenzin”. Nulla di nuovo nelle richieste, che nel tentativo di allontanare i sospetti di antivaccinismo esordisce con un “la profilassi vaccinica è uno degli strumenti di cui si avvale la medicina” ma che poi prosegue parlando di “adesione volontaria e consapevole” alle vaccinazioni e di “scontro ideologico causato dall’introduzione dell’obbligo su 10 vaccinazioni”.

appello 146 m5s vaccini obbligo lorenzin - 4

Dimenticando che prima della legge Lorenzin, quando le vaccinazioni obbligatorie erano meno e i free vax non avevano paura a farsi chiamare no vax, lo scontro c’era ugualmente. E indovinate chi c’era a fianco dei free-vax ad alimentare lo scontro ideologico? Proprio Barillari che due giorni fa consigliava ai genitori pro choice di presentare una diffida ai presidi che avessero negato l’accesso a scuola dei bimbi dei free/no/boh-vax.

Cosa chiedono i consiglieri pentastellati al Parlamento

Le proposte si articolano in sette punti. E non è chiaro se i firmatari abbiano davvero letto il DDL 770 in discussione in Commissione al Senato, perché all’articolo 7 prevede esplicitamente l’abrogazione (non esiste il “superamento” dal punto di vista normativo, quello è solo marketing) del “decreto-legge 7 giugno 2017, n. 73, convertito, con modificazioni, dalla legge 31 luglio 2017, n. 119” . Il DDL 770 prevede anche l’abrogazione delle leggi che hanno introdotto la vaccinazione antipoliomielitica obbligatoria e quella per l’obbligatorietà del vaccino contro l’epatite B. Due vaccinazioni che erano già obbligatorie prima della cosiddetta legge Lorenzin.

appello 146 m5s vaccini obbligo lorenzin - 2

Di fatto il DDL 770 raccoglie le richieste della proposta di legge di iniziativa popolare sostenuta dalle associazioni free-vax mentre l’appello non fa altro che ribadire i contenuti della proposta di legge regionale avanzata da Barillari in seguito alla quale il M5S ha “scaricato” il consigliere regionale laziale. Chissà se ora farà lo stesso con gli altri 145 firmatari dell’appello. Ci sono poi alcune richieste che non hanno senso, come quella al punto 4 dell’appello che chiede l’istituzione di un sistema di vaccinovigilanza attiva (che già esiste ad esempio in Veneto) e del quale non vi è alcuna necessità. Il punto 6 invece dovrebbe servire a combattere lo strapotere di Big Pharma ma non tiene conto del fatto che lo sviluppo e la produzione dei vaccini a livello statale sarebbe estremamente costoso.

appello 146 m5s vaccini obbligo lorenzin - 3

L’idea poi che i vaccini monodose siano più sicuri di quelli esavalenti e tetravalenti è una sciocchezza. Il fatto che venga avanzata da coloro che sovente parlano dei vaccini dicendo che “si bucherellano i bambini” fa capire quanto è ridicola: vaccini monodose = più buchini. Ma ovviamente quello che interessa è il punto 7 ovvero l’eliminazione dell’esclusione scolastica per “ripristinare il diritto all’educazione”. Peccato che già la Corte Costituzionale abbia stabilito che il diritto all’educazione non è precluso dalla legge Lorenzin. E chissà che qualcuno ricordi che anche i bambini che non possono essere vaccinati hanno diritto ad andare a scuola. Ah, nel frattempo il fondatore e Garante a vita del M5S Beppe Grillo ha firmato il Patto Trasversale per la scienza. Ma ormai lui non conta più nulla nel MoVimento.

Leggi sull’argomento: Il Reddito di Cittadinanza islamica