Opinioni

Il tipo dell’Avigan alle proteste delle mascherine tricolori a Roma

Di Cristiano Aresu abbiamo sentito parlare quando fece un video in cui affermava che il Coronavirus SARS-COV-2 in Giappone era sotto controllo perché usavano un farmaco chiamato Avigan. Si trattava di una falsità, visto che la sperimentazione sul farmaco a Tokyo è partita invece molto tempo dopo e non sta dando risultati soddisfacenti.  Ciò nonostante per lui c’è stata anche un’ospitata da Massimo Giletti e, da ieri, il salto di qualità: nelle dirette di Local Team sulle proteste in centro a Roma di ieri è inquadrato anche lui con un megafono.

Cosa è successo ieri a Roma? L’ANSA racconta che nella Capitale la manifestazione s’è tinta di nero: circa 200 persone in piazza Venezia – in testa il gruppo ‘Marcia su Roma’, ma anche esponenti di Casapound – hanno tentato di raggiungere Montecitorio ma sono stati bloccati dagli scudi della polizia in assetto antisommossa, non senza qualche attimo di tensione. Poi nel tentativo di aggirare il cordone di scudi sono arrivati, sfilacciandosi di corsa in un improvvisato corteo, fin quasi al Vaticano per poi essere imbottigliati, identificati e dispersi. Un gruppo però ha deciso di rimanere a oltranza a piazza Venezia (“occupiamola, montiamo le tende”) lì dove in alta mattinata era iniziata la protesta e dove nel pomeriggio qualcuno ha anche provato a spingere via un blindato che sbarrava la strada. Teste rasate, tricolori, magliette nostalgiche, qualche ‘gilet’.

Ma non finisce evidentemente qui: perché lo stesso Aresu ieri sul suo profilo festeggiava per il prossimo appuntamento in piazza del Popolo con tanto di autorizzazione a manifestare della Questura.

Leggi anche: Red Ronnie a Non è l’Arena sul Coronavirus: perché Giletti dà voce a chi non è competente?