Politica

La leggenda di Siri laureato

ARMANDO SIRI

Nella biografia del sottosegretario ai trasporti Armando Siri, accusato di corruzione nell’ambito di un’inchiesta scaturita dalle indagini della DIA sull’eolico in Sicilia e sui legami tra l’imprenditore Vito Nicastri e Matteo Messina Denaro, c’è anche un giallo oltre al patteggiamento per bancarotta di qualche anno fa: la sua (non) laurea.

La leggenda di Siri laureato

Tutto comincia quando il noto cacciatore di titoli usurpati Riccardo Puglisi nota una discrasia tra il DPR di nomina dei sottosegretari e dei viceministri del governo Conte e alcune fonti su Internet: lì Siri viene definito semplicemente “senatore”, senza che venga riportato il titolo di studio. Questo accade mentre il collega Edoardo Rixi ha il “dott.” davanti al nome, come nelle migliori tradizioni.

armando siri laureato

Eppure alcune risorse web accreditavano invece a Siri una laurea in scienze politiche. Come ad esempio il sito del PIN, Partito Italia Nuova che lo stesso Siri aveva fondato nel 2011 e nel frattempo naufragato, o alcuni piccoli siti umbri.

armando siri laurea scienze politiche

Anche Wikipedia accreditava a Siri una laurea in Scienze Politiche ma l’informazione viene rimossa quando il decreto di nomina lo definisce semplicemente senatore.

siri wikipedia

Anche un articolo del Corriere della Sera che risale al maggio scorso lo definiva laureato in Scienze Politiche, così come nel decreto di nomina a membro di una commissione per la valutazione di progetti multimediali presso la Regione Calabria che risale al 2004.

armando siri laureato 1 armando siri laureato 2

Nel sito internet dello stesso Siri, alla voce sulla biografia, di questa laurea non c’è attualmente alcuna traccia. Ma i siti in cui compare l’informazione errata della laurea sono risorse collegate a iniziative dello stesso Siri (e in uno della Lega viene chiamato “dottore”): chi ha fornitol’informazione errata?

L’ammissione di Siri sulla laurea

Gli elementi del giallo ci sono tutti finché, nel luglio scorso, non è lo stesso Siri a risolverlo. Interpellato dal Fatto Quotidiano sull’argomento, ci tiene a specificare che “quello (il suo sito, ndr) è l’unica fonte ufficiale dalla quale avere informazioni”e che dei suoi studi “non c’è mai stato scritto nulla sul sito del Pin”. Il riferimento del sottosegretario è forse a un altro sito del partito –partitoitalianuova.it –che però è ormai offline da tempo, a differenza di quello sopra citato che ancora riporta la laurea in Scienze Politiche.

Insomma, Siri non è laureato, il che non è un problema, per carità. Rimane da scoprire come mai tanti siti internet e persino alcune fonti ufficiali gliela accreditassero. Chi sarà quel benefattore che voleva per forza attribuire a Siri una laurea che non ha mai conseguito?

Leggi anche: Cosa c’era dietro la convocazione del Consiglio dei ministri con le “varie ed eventuali”