Politica

Il giallo della (non) laurea di Armando Siri è risolto

ARMANDO SIRI

Il giallo della laurea di Armando Siri è definitivamente risolto. Il sottosegretario alle infrastrutture, al quale molti siti a lui vicini (ma non il suo personale) affibbiavano un titolo di studio in scienze politiche a Genova, ammette oggi con il Fatto Quotidiano quello che in molti avevano già intuito: non è laureato. Nell’articolo firmato da Lorenzo Giarelli si citano i due esempi di cui avevamo già parlato (il sito del PIN, Partito Italia Nuova che aveva fondato nel 2011 e nel frattempo naufragato, o alcuni piccoli siti umbri) ma soprattutto riporta l’ammissione dello stesso Siri:

Interpellato sull’argomento, ci tiene a specificare che “quello (il suo sito, ndr) è l’unica fonte ufficiale dalla quale avere informazioni”e che dei suoi studi “non c’è mai stato scritto nulla sul sito del Pin”. Il riferimento del sottosegretario è forse a un altro sito del partito –partitoitalianuova.it –che però è ormai offline da tempo, a differenza di quello sopra citato che ancora riporta la laurea in Scienze Politiche.

armando siri laurea scienze politiche

ADESSO la conferma dell’interessato, che riconosce di non aver mai conseguito quel titolo di studio, arriva dopo che l’arcano era già stato svelato dalla Gazzetta Ufficiale, l’organo su cui vengono pubblicate tutte le norme e gli atti pubblici in vigore in Italia. Nel decreto del presidente della Repubblica che il mese scorso ha nominato i sottosegretari di Stato, vengono elencati tutti gli interessati, anteponendo al nome della persona il proprio titolo. “On”sta per onorevole, “sen” per senatore, “prof” per professore e così via, fino all’attributo “dott ”per indicare genericamente i laureati. Davanti a “Armando Siri”, però, compare soltanto l’attributo “sen”, a testimonianza della laurea mancata e dei molti errori sul conto del senatore.

C’è però da dire che il noto cacciatore di titoli usurpati Riccardo Puglisi, il primo a sollevare il caso, ha anche scoperto che c’è un “dottor” Armando Siri nominato dalla Regione Calabria in una commissione nel 2004: chissà se si tratta di un’omonimia…

Leggi sull’argomento: Lo strano caso della (non) laurea di Armando Siri