Attualità

Buon Natale dalla monnezza di Roma

natale monnezza roma 7

Ieri il Collettivo Militant ha coperto di immondizia l’albero di Natale di Netflix a piazza Venezia per protestare contro le condizioni della città e in particolare delle periferie. Nei giorni scorsi nel resto della città non c’era nessun collettivo in azione ma Roma è lo stesso sommersa di rifiuti e le foto degli utenti dei social network lo testimoniano.

Buon Natale dalla monnezza di Roma

E così le segnalazioni si moltiplicano e arrivano da tante zone della città. Proprio mentre il New York Times dedica alla Capitale d’Italia l’ennesimo ritratto decadente. In lungo reportage a firma del corrispondente del prestigioso quotidiano americano a Roma, Jason Horowitz, si concentra sullo stato di abbandono in cui versa la capitale.

natale monnezza roma

“Il cittadino romano è così rassegnato e abbattuto dalla sporcizia che lo circonda che non riesce più a riconoscere o vedere il triste stato della città”, si legge.

natale monnezza roma 1
Foto da: Instagram

Nel lungo elenco di carenze ci sono, oltre alle montagne di rifiuti, le auto parcheggiate in doppia fila, le strisce pedonali mancanti, i venditori abusivi. Una denuncia del giornalista che dichiara di “amare Roma” e proprio per questo di voler fare emergere il suo stato di degrado.

natale monnezza roma 2
Foto da: Instagram

Roma piena di rifiuti a Natale

Il New York Times cita nei suo reportage Massimiliano Tonelli, blogger e tenutario di Roma fa schifo. Intanto tra ieri sera e stanotte le vie e le strade della città hanno continuato a riempirsi di monnezza, anche di tipo “particolare” come i rifiuti ingombranti che sono stati abbandonati in questi giorni.

natale monnezza roma 3

In tanti segnalano anche che la città era già piena alla vigilia di Natale, nonostante il solito “piano straordinario” annunciato da AMA nei giorni scorsi. In una nota della municipalizzata dei rifiuti AMA si riferiva che le strutture tecniche che sovrintendono ai flussi “saranno al lavoro per ottimizzare, sulla base delle maggiori capienze ottenute negli impianti già in utilizzo, i conferimenti derivanti dall’indisponibilità dell’impianto TMB del Salario incendiato la scorsa settimana. Tecnici preposti monitoreranno costantemente la produttività nei giri di raccolta programmati per garantire il corretto esercizio dei servizi”.

natale monnezza roma 4

Tra il giorno di Natale (25 dicembre) e Santo Stefano (26 dicembre) saranno complessivamente al lavoro oltre 3mila 700 tra operatori ecologici, autisti e preposti territoriali. Le officine aziendali saranno regolarmente aperte con 2 turni di lavoro a Natale e “h 24” a Santo Stefano. Saranno inoltre attivi presidi di pulizia potenziati in 7 piazze storiche (Spagna, Navona, Pantheon, Trevi, Popolo/Corso, Venezia/Campidoglio, Colosseo) e in oltre 60 vie limitrofe del Centro monumentale.

Il problema dei rifiuti a Roma

La città è per l’ennesima volta in difficoltà dopo l’incendio del TMB Nuovo Salario. L’impianto di trattamento meccanico-biologico, che era impropriamente utilizzato anche come deposito rifiuti, non verrà riaperto a causa dei danni irreversibili subiti nel rogo. Ma l’annuncio della sindaca sulla chiusura del TMB, accolto con grida di giubilo dalla popolazione del quartiere visto l’odore insopportabile che usciva dai macchinari, è stato accompagnato anche dall’inevitabile annuncio dell’aumento della tariffa dei rifiuti. 

natale monnezza roma 5

Questo perché la città, che soffre per una carenza d’impianti decennale, dovrà pagare ancora di più altre regioni per smaltire i suoi rifiuti mentre si pone anche il problema dell’utilizzo degli impianti privati di Malagrotta. E in questa lista ci sono anche i due TMB di Cerroni a Malagrotta, gestiti dal Colari e commissariati. Secondo il Messaggero già da ieri i netturbini hanno cominciato a portare oltre 100 tonnellate in più di monnezza al giorno.

natale monnezza roma 6

Ponte Malnome però verrà utilizzato come sito di “trasferenza” esattamente come il TMB: ovvero, a dispetto del nome, è il sito che servirà a stoccare i rifiuti che non possono essere lavorati in loco ma devono essere successivamente trasferiti in altre località. Il TMB quindi era usato come discarica e adesso questo ruolo ce l’avrà Ponte Malnome.

natale monnezza roma 8

Intanto il presidente vicario della Regione Abruzzo, Giovanni Lolli, ha annunciato che prenderà i rifiuti di Roma e questo porterà un vantaggio sulla TARI per i suoi cittadini: “Stiamo verificando l’accordo con i tecnici e pensiamo di inserire un piccolo vantaggio per la nostra regione di 2-3 euro a tonnellata per dedicarla alla raccolta differenziata che da noi è salita dal 47 al 62 per cento”. Tutta Italia si rallegra per l’incapacità della classe politica romana: così ci guadagnano. E a perderci sono i romani.

Leggi sull’argomento: Natale a 5 Stelle: l’albero di Netflix coperto di monnezza