Attualità

Hamd Yousri, un operaio di 52 anni, è morto in un incidente mentre era al lavoro a Bollate

L'uomo lavorava da 10 anni per la ditta Riam che si occupa della demolizione di auto usate

neXt quotidiano|

operaio bollate

Hamd Yousri, un operaio di 52 anni, è morto in un incidente mentre era al lavoro all’interno della ditta Riam di Bollate, nel Milanese, che si occupa della demolizione di auto usate. L’uomo era dipendente dell’azienda da più di dieci anni ed è morto poco prima delle otto di questa mattina. L’incidente è avvenuto nei pressi di un compattatore che schiaccia le auto il cui metallo è destinato a essere riciclato, secondo alcune fonti sarebbe caduto in una pressa anche se le cause dell’incidente restano da accertare. Sul posto sono intervenuti i soccorritori del 118, il personale della polizia locale e i vigili del fuoco che hanno diffuso la notizia. Il sindaco di Bollate Francesco Vassallo e l’Amministrazione comunale hanno espresso il proprio cordoglio alla famiglia di Yousri anche con un post pubblicato su Facebook. «Sono morti che non dovrebbero più avvenire e che inducono tutti a profonde riflessioni. La sicurezza deve essere una priorità in agni ambito della vita pubblica e privata dei cittadini e soprattutto nel mondo del lavoro» ha detto l’assessore alle Attività produttive Giuseppe de Ruvo. Secondo quanto riportato da alcune fonti tra cui Il Giorno, Yousri era di origine egiziana ed era padre di tre figli. Secondo la ricostruzione di Il Giorno, l’operaio stava lavorando nei pressi di un macchinario che pressa le automobili quando sarebbe caduto all’interno dello stesso. Inizialmente sarebbe rimasto incastrato con una gamba e avrebbe urlato per chiedere aiuto ma è stato schiacciato prima di essere soccorso. Il macchinario è stato posto sotto sequestro per consentire ai tecnici e alla polizia locale di condurre le indagini e accertare le responsabilità di quanto accaduto.

L’ennesima morte sul lavoro: l’operaio morto sul lavoro a Bollate

Quella di Hamd Yousri è l’ultima persona morta sul lavoro di cui giunge notizia. Pochi giorni fa, il 23 dicembre, un dipendente della società Giove Clear è stato investito da un tir mentre lavorava nella tratta autostradale Roma-Civitavecchia nell’area di servizio Arrone. Il mese scorso una donna di 50 anni è morta dopo essere rimasta schiacciata durante l’orario di lavoro in una vetreria di Borgonovo Val Tidone.