Opinioni

Marione, il M5S e quegli idioti degli abruzzesi

Il MoVimento 5 Stelle torna a casa con una robusta imbarcata dopo il viaggetto in Abruzzo (non in treno, per carità, ‘ché Di Maio si perde e ci mette il doppio del necessario) e Marione non ci sta. Il vignettista amatissimo dai 5 Stelle finché non si è candidato ieri le ha cantate chiare e tonde a quegli “idioti” degli degli abruzzesi, che hanno dimostrato “che l’italiano medio è solo una pecora, nel vostro caso già trasformata in arrosticini per Berlusconi”.

Lo specchio di una delusione cocente perché dimostra plasticamente quello che fino ad oggi i grillini negavano: l’alleanza con Salvini sta giovando a Salvini nonostante il ritorno in campo del Dibba e mentre si profila una sconfitta ancora più cocente per le Regionali in Sardegna la paura che le elezioni europee costituiscano uno spartiacque per il governo Conte è sempre più probabile.

marione idioti abruzzesi

D’altro canto che il M5S si giocasse molto e avesse voglia di giocarselo a colpi di figuracce in queste elezioni in Abruzzo è testimoniato da Angelica Ardovino, geniale consigliera municipale grillina al XIII, che nei giorni scorsi ha dato agli abruzzesi dei “somari”, perché “hanno creduto a questo buffone (Silvio Berlusconi, ndr) che li ha lasciati nelle tendopoli”. Sarebbe l’ora di cambiare quindi e di votare, alle elezioni regionali del 10 febbraio prossimo, la candidata del M5s alla presidenza della Regione Sara Marcozzi. “Altrimenti – chiosa la Ardovino – Buone baracche sotto la neve a tutti!”. Alla fine l’unico sbaraccato rischia di essere il suo partito. La vignetta di Marione è stata segnalata da Facebook, a detta del suo autore, per colpa dei “destrorsi”. Improta l’ha ricaricata senza però chiamare idiota nessuno: “Anche i destrorsi, come i piddini, segnalano e fanno cancellare una vignetta. Ridicoli”. Come mai? Saranno stati davvero i destrorsi o gli abruzzesi arrabbiati?

 

Leggi sull’argomento: Come il Dibba d’Abruzzo non ha evitato una sconfitta al M5S