Opinioni

E voi come la vedete Laura Castelli allo Sviluppo Economico?

Lei ha detto in più occasioni di ritenersi una tennica. E quindi a questo punto sarebbe giusto che Luigi Di Maio la tenesse fuori dal computo dei ministri del MoVimento 5 Stelle, anzi magari potremmo contarla in quota commercialisti. Fatto sta che mentre la trattativa Stato-Di Maio per il governo M5S-PD prosegue, la stella di Laura Castelli potrebbe brillare al ministero dello Sviluppo Economico proprio nel posto che fu di Giggetto. E d’altro canto, visto l’ottimo numero di figurone fatte come viceministra, sarebbe il minimo promuoverla. A via XX Settembre sarebbe perfetto. Ma in mancanza si può anche accettare il ministero che deve risolvere le crisi del lavoro, dove già Giggetto ha dato mostra della sua paurosa abilità diplomatica.

totoministri laura castelli
Il totoministri di Repubblica (primo settembre 2019)

Un governo tra M5S e PD con Laura Castelli come ministro quindi s’avanza come un sol uomo con l’unico ostacolo di Luigi Di Maio. E qualcosa mi dice che potrebbe anche non essere finita qui.

Leggi anche: La pagina del Fatto contro Di Maio vicepremier