Economia

L’Irpef a tre aliquote M5S al posto della Flat Tax

rimborsi irpef 1

Sta per crollare definitivamente la flat tax promessa dalla Lega in campagna elettorale. Dopo le frenate furbe di Salvini, il MoVimento 5 Stelle propone una revisione della curva dell’Irpef che consenta di passare da cinque a tre aliquote: 23% per redditi da 10mila a 28mila; 37% da 28mila e uno a 100mila euro; 42% oltre i 100mila. Spiega oggi Il Sole 24 Ore:

Una vecchia idea già studiata e messa a punto quando si cercava l’intesa con la Lega (poi siglata nel contratto di Governo). Oltre a semplificare il sistema, secondo il Movimento, si taglierebbero le tasse per i ceti medi tra i 3 e i 4 miliardi, con risparmi stimati di circa 1.000 euro. I tre scaglioni verrebbero accompagnati da un ampliamento della no tax area (da 8mila a 10mila euro) e, in presenza di figli, anche fino a 26mila euro. L’altra novità della nuova Irpef studiata dai 5 Stelle è il coefficiente familiare sui cui far correre le detrazioni per carichi di famiglia. Per dettagli e impatto sui saldi è tutto rinviato alla manovra di bilancio del prossimo autunno.

tre aliquote flat tax
Il sistema a tre aliquote per la flat tax (Il Messaggero, 7 luglio 2019)

Da qualche tempo Salvini, come abbiamo notato, ha smesso di usare la locuzione “flat tax” per descrivere il taglio delle tasse che sta promettendo da anni ormai.  In che direzione il governo sti alavorando Salvini non lo dice, anche se sia il premier Conte che il ministro dell’Economia Giovanni Tria non hanno escluso l’intenzione di rimettere mano al fisco rivedendo magari anche tutta una serie di sgravi e gli stessi ottanta euro di Matteo Renzi che verrebbero spalmati in altro modo. Tra le idee in campo, al M5S piace la riduzione delle aliquote da tre a cinque con un processo di semplificazione accompagnato, gradualmente, a una sostanziosa riduzione del carico fiscale, partendo da 3-4 miliardi. Quindi molto meno costoso  della flat tax.

Leggi anche: La gaffe di Raggi che va all’impianto di Rida sbagliato per attaccare Zingaretti