Opinioni

L'Espresso prosciolto dall'accusa di aver diffamato Ilaria Capua

neXt quotidiano|

ilaria capua espresso abate

L’inchiesta del settimanale L’Espresso dal titolo “Trafficanti di virus” non ha diffamato la virologa Ilaria Capua. Lo ha stabilito il gip di Velletri, Gisberto Muscolo, che ha archiviato la posizione dei giornalisti Lirio Abbate, vicedirettore del settimanale, e Luigi Vicinanza, ex direttore. Anche la Procura aveva chiesto l’archiviazione del procedimento, sollecitata dal legale di Abbate, l’avvocato Paolo Mazza. Ilaria Capua, assistita dall’avvocato Giulia Bongiorno, si era opposta. Il gip ha ritenuto che l’articolo fosse “una fedele ricostruzione delle risultanze investigative acquisite dalla Procura della Repubblica di Roma e non sia una semplice invettiva personale ai danni della Capua, dato il concreto interesse della collettività a conoscere tale vicenda ad alto impatto sociale”, recita la motivazione. Sempre secondo il gip, “i termini, le frasi e le immagini utilizzate” nella copertina del settimanale, sono “artifizi e mere enfatizzazioni letterarie, impiegati per una personale ma fedele ricostruzione dei fatti, senza avere un carattere denigratorio e lesivo alla reputazione della querelante”.

ilaria capua espresso abate 1

Ilaria Capua

Leggi sull’argomento: Beppe Grillo e le scuse mai arrivate a Ilaria Capua