Cultura e scienze

Il penoso show di Sabina Guzzanti e dello Zoo di 105 contro i vaccini

sabina guzzanti zoo di 105 vaccini - 5

Lo Zoo di 105 è un programma radiofonico di intrattenimento molto seguito. Con la scusa di dare voce alla “pancia del paese” quelli dello Zoo di 105 hanno sostenuto – come ricorda Viceeventi come la rivoluzione del 9 dicembre 2013. Rivoluzione che alcuni stanno ancora aspettando. Sabina Guzzanti invece è un’attrice comica da tempo comicamente impegnata a scoprire complotti, come ad esempio quello sulla Xylella. Due anni fa la Guzzanti ci aveva dettagliatamente spiegato i contorni di un complotto inesistente.

Allo Zoo di 105 non sono antivaccinisti ma..

Ma lo Zoo di 105 e Sabina Guzzanti hanno molto in comune a parte la comicità: la paura dei vaccini. L’Internet ci ricorda che già nel 2009 lo Zoo aveva ospitato Adam Kadmon che aveva spiegato ai radioascoltatori i pericoli dei vaccini. Nell’ottobre di quell’anno il popolare esperto di cospirazioni raccontò quanto fossero pericolosi i vaccini, ricordando che la colpa era tutta delle case farmaceutiche. Sono passati quasi dieci anni e ieri, dopo il decreto del Governo che reintroduce le vaccinazioni obbligatorie lo Zoo è tornato a sollevare dubbi infondati sui vaccini.

In uno dei blocchi del programma lo Zoo spiega che non c’è alcuna emergenza, che negli altri paesi europei non ci sono così tanti vaccini obbligatori e che le multe sono eccessive. In Germania il ministro della Salute sta lavorando ad una misura simile a quella varata dal governo Gentiloni ma curiosamente lo Zoo non lo dice. Preferisce soffermarsi sul fatto che il governo ha utilizzato lo strumento del decreto legge per scavalcare il Parlamento. Siamo dalle parti di coloro che ci spiegano che siamo “in dittatura”. Ma lo Zoo non spiega però che il DL hanno validità provvisoria e devono essere convertiti in legge dal Parlamento entro sessanta giorni. Tutti i governi tendono ad abusare di questo strumento normativo, ma non per questo significa che la democrazia è sospesa.

perché vaccini obbligatori eu - 1
Tassi di vaccinazione infantile nei paesi dell’Unione Europea (fonte: https://data.oecd.org/healthcare/child-vaccination-rates.htm)

Ma dove vuole arrivare lo Zoo di 105? Lo speaker tranquillizza gli spettatori dicendo che non sono contro i vaccini e che i vaccini sono importantissimi. Ed è incredibile come sia difficile oggigiorno trovare qualcuno apertamente antivaccinista. Perché oggi gli antivaccinisti non sono contro i vaccini, ma contro i soldi. Ed infatti lo Zoo invita a pensare al business delle case farmaceutiche. Quanto ci guadagna Big Pharma con i vaccini? Tantissimo, è la risposta. Ecco quindi trovata la spiegazione del decreto vaccini.
sabina guzzanti zoo di 105 vaccini - 2
Curiosamente i fan non hanno apprezzato la posizione complottista dello Zoo di 105. A quanto pare quella di ieri rispecchia le posizioni di Marco Mazzoli, perché Fabio Alisei Borghini qualche anno fa era di tutt’altro avviso.

Sabina Guzzanti contro Big Pharma (raga)

Sabina Guzzanti invece è preoccupata per i nostri bambini che “stanno per spararsi dodici vaccini”. La Guzzanti attacca la Lorenzin ricordandole la figuraccia della campagna per il fertily day e sperando che questa volta il ministero si sia avvalso di consulenti migliori.
sabina guzzanti zoo di 105 vaccini - 1
Ma senza dubbio sono consulenti più bravi, chiosa la Guzzanti, perché quelli pro-vaccinazioni sono pagati dalle case farmaceutiche. Quindi è chiaro il motivo che ha spinto la Lorenzin a proporre il decreto. Contrariamente al Fertility Day questa volta non è andata a cercare collaboratori gratuiti ma si è affidata a Big Pharma. E non serve davvero che Sabina ci spieghi la conclusione del suo ragionamento. Perché è lo stesso di sempre. Eppure è provato che vaccinare costa meno che dover pagare i ricoveri e le cure ospedaliere per coloro che contraggono malattie per cui c’è un vaccino. Ma non ditelo a Sabina, altrimenti potrebbe scoprire altri complotti.
sabina guzzanti zoo di 105 vaccini - 4
Le risposte della Guzzanti ai commenti degli utenti sulla sua pagina danno ovviamente la stura ad altri complottismi isterici.