Opinioni

Il Giornale e la bufala di Conte che si prende gli immigrati dalla Germania

Matteo Salvini traccia il solco, Il Giornale di Sallusti lo difende: ieri il Capitano ha denunciato «l’ennesima fregatura del governo sbarchi, tasse e manette» (perché le manette? Perché va arrestato solo chi dice lui. Che cosa? Mentre «Conte, Di Maio e Renzi annunciano di spedire in Germania poche decine di immigrati scaricati in Italia dalla solita Ong» si accordano con la Merkel per riempirci di immigrati: «si piegano di nascosto a Berlino e accettano 50 profughi AL MESE, tutti i mesi».  E oggi Sallusti & Co. gli vanno dietro con lo stesso argomento.

giornale bufala immigrati germania

Si parla infatti  dei cosiddetti “dublinati” o “dublinanti”, ovvero quei migranti che in base agli accordi di Dublino (quelli approvati dalla Lega anni fa e che la Lega non ha mai voluto modificare) vengono rispediti indietro in Italia. Perché il regolamento di Dublino prevede che i migranti debbano presentare la domanda di asilo nel paese di primo accesso che in molti casi (ma non tutti) è l’Italia. E quando c’era Salvini questi non entravano? È vero che l’ex ministro degli Interni non ha mai firmato accordi con Seehofer, ma i dati del 2018 parlavano di  2.707 “rimpatri” dalla Germania all’Italia da gennaio a novembre. Di questi 1.692 erano stati effettuati nei primi sei mesi dell’anno, il che significa che da giugno a novembre – quando al governo c’era già la Lega di Salvini – ne sono arrivati altri 1.015, con una media di 203 ingressi al mese. Altro che i 50 al mese (poche decine, direbbe uno) che dovrebbero arrivare ora. Di fatto la Germania non ha mai smesso di “rimandare indietro” (dal nostro punto di vista, da loro è perfettamente legittimo) i migranti, nemmeno quando c’era Salvini.

salvini migranti germania charter - 6
Fonte: Repubblica del 16 giugno 2019

Un’inchiesta pubblicata da Repubblica il 16 giugno scorso certificava, grazie ai dati forniti dal governo tedesco (perché quello italiano certe cose non le ama raccontare)  il fallimento della linea Salvini. A fronte di 4.602 richieste di trasferimento arrivate dalla Germania nel primo trimestre del 2019 Salvini ne aveva approvate 3.540 (contro i 2.629 del quarto trimestre del 2019). I trasferimenti effettivi sono stati meno, per un totale di 1.114 tra novembre 2108 e marzo 2019. Si parla di  557 persone a trimestre, vale a dire circa 185 al mese. E Salvini oggi lancia l’allarme se ne arriveranno 50 al mese? Ma allora è una diminuzione rispetto a quando c’era lui. E quindi un successo!

Leggi anche: Le balle di Salvini sulla Germania che ci rimanda indietro i migranti