Fatti

Facebook blocca la pagina del partito di Diego Fusaro

vox italia diego fusaro - 1

Appena tre giorni fa Diego Fusaro precisava che Vox Italia non era il suo partito, anche se raccoglieva le sue idee e ne era il teorico. E infatti ieri ha denunciato che Facebook ha bloccato la pagina del partito.

Facebook blocca la pagina del partito di Diego Fusaro

“È ufficiale. Ci hanno bloccato la pagina di Vox Italiae”, ha fatto sapere Fusaro. “Forse perché non diciamo “più Europa” e “decidono i mercati”. Forse perché siamo sovranisti, populisti e socialisti. Forse perché crediamo in una confederazione internazionalista di Stati sovrani, democratici e socialisti. Forse perché non ci arrendiamo e lottiamo per un’Italia all’altezza della sua storia, in cui tornino il Rinascimento e i diritti sociali”, o forse perché hanno violato i termini e le condizioni del servizio di Facebook, come è accaduto a Casapound.

diego fusaro vox italia

Il nuovo partito “non di Fusaro ma di” – in passato ha militato in Calabresi in Movimento e in Risorgimento Meridionale per L’Italia – ha un motto fantastico: valori di destra e idee di sinistra.  Nel sito di Vox Italia si legge che le idee di sinistra sono «lavoro, diritti sociali, senso sociale della comunità e del bonum commune, solidarietà antiutilitaristica». L’elenco dei valori di destra è un po’ più lungo e ancora meno chiaro: «Stato nazionale patriottico come fortilizio contro la privatizzazione liberista, famiglia contro l’atomizzazione individualistica della società, lealtà e onore contro l'”impero dell’effimero” e la superficialità consumistica liberal-libertaria, religione della trascendenza come opposizione ragionata al monoteismo idolatrico del mercato e all’ateismo nichilistico della forma merce». È esattamente quello che si legge nel manifesto di Interesse Nazionale. Il 14 settembre c’è stato a Roma una sorta di congresso fondativo dell’associazione che al momento ha la sua sede legale in una palazzina dell’hinterland milanese a Brugherio. Cofondatore e Presidente del partito è il giornalista Francesco Toscano, già assessore a Gioia Tauro tra il 2015 e il 2016 (dove Fusaro venne trombato alle amministrative).

francesco toscano vox italia

Anche lui non ha preso bene la chiusura della pagina: “Saremo imbavagliati, pagheremo un prezzo pur di difendere un punto di vista? Pazienza. Intanto si moltiplicano gli “avvertimenti” pubblici e privati finalizzati a depotenziare sul nascere una iniziativa politica che puo’ finalmente dare rappresentanza a chi chiede senza ambiguità di ottenere l’indipendenza dell’Italia dalla Ue e dall’euro. Chiedo a tutti di avere coraggio e di non lasciarsi impressionare. Vinceremo noi”. Nel frattempo è stata cancellata anche la pagina su Wikipedia perché “promozionale”.

Leggi anche: Ma quale Italia Viva, c’è Vox Italia di Diego Fusaro!