Economia

Il figurone che l’Italia ha fatto sugli F35

elisabetta trenta 1

C’è un’altra bella figura che l’Italia ha fatto sugli F35, il cui acquisto è stato contestato dal MoVimento 5 Stelle quando era all’opposizione ma dopo una manovra acrobatica i ragazzi hanno cambiato idea. Ebbene, a quanto pare il ministero della Difesa non ha autorizzato i pagamenti finché Lockheed e Usa non si sono arrabbiati. Tutto parte dall’ufficio di rappresentanza di Intesa San Paolo a Washington:

In quell’ufficio ormai da qualche mese giacciono su un conto governativo ben 370 milioni di euro del contribuente italiano. Si tratta di fondi che il governo avrebbe dovuto già liquidare alla Lockheed per onorare la fornitura di parti degli ultimi caccia F35 consegnati all’Italia. Nonostante alcune di quelle fatture risalgano al governo Gentiloni, non è stato versato nemmeno un euro.

Nessun intoppo burocratico, nessuna sottrazione di fondi. Semplicemente la Difesa non ha mai ordinato i pagamenti. Fonti del ministero ammettono la circostanza: «Adempieremo immediatamente per quanto dovuto. Nel giro di pochi giorni il ministro Elisabetta Trenta firmerà il decreto che autorizza la spesa». Cosa è accaduto nel frattempo? Qual è l’origine dell’ennesima cattiva figura rimediata dall’Italia all’estero?

Voi starete pensando che no, non è possibile che qualcuno abbia deciso di ritardare i pagamenti per non far uscire la notizia sui giornali prima delle elezioni europee. E invece è possibile, scrive oggi La Stampa in un retroscena di Alessandro Barbera:

È vero – come sostengono fonti riservate interpellate dalla Stampa – che la richiesta di sospendere i pagamenti sia arrivata dal Movimento Cinque Stelle – partito di riferimento del ministro – e da Palazzo Chigi? Ed è vero che se Lockheed non avesse fatto trapelare la sua irritazione quei fondi sarebbero stati congelati fino alle elezioni europee?

Chi ha avallato il mancato pagamento si è esposto all’accusa di danno erariale: su cifre del genere il fornitore potrebbe pretendere gli interessi di mora. Basti dire che in attesa del bonifico i vertici di Lockheed hanno intimato al Joint Program Officer dell’azienda di sospendere ogni rapporto con l’Italia.

EDIT: L’Ansa spiega che nei prossimi giorni il ministro della Difesa Elisabetta Trenta firmerà l’atto per il pagamento dei 389 milioni di euro di fatture emesse per i lotti F35 ancora in sospeso. “Si pagheranno questi 389 milioni perché l’Italia non è un Paese che si fa parlare dietro e poi ci si fermerà, per portare avanti la ridiscussione del programma”, riferiscono fonti governative, precisando che “restano delle perplessità sul programma e che dunque sarà rivisto, come già annunciato in più occasioni”

Leggi anche: Le 100mila persone che non avranno il reddito né il REI