Fact checking

Emmanuel Macron e le piramidi massoniche

macron massone - 5

Quasi tutti i giornali oggi ci spiegano che la vittoria di Emmanuel Macron ha salvato la Francia e l’Unione Europea da Marine Le Pen e dagli anti-euro. Ma l’elezione di Macron ha anche dei significati occulti che – incredibilmente – sono sotto gli occhi di tutti. Che Macron abbia lavorato per i Rotschild è cosa nota e già di per sé ritenuta “preoccupante” in certi ambienti.

Emmanuel Macron e le piramidi massoniche

Ieri sera, durante il discorso di Macron alla folla radunata davanti alla piramide del Louvre il neo-Presidente ha gettato la maschera: è massone. La simbologia è troppo evidente ed infatti è stata notata da persone note per il loro acume e per la loro intelligenza analitica. Ad esempio Claudio Borghi Aquilini, consigliere regionale in Toscana e consulente per le politiche economiche della Lega Nord se ne è accorto subito.
claudio borghi macron massone - 1
I segnali erano troppo evidenti: cosa ci faceva quella piramide di vetro dietro a Macron? Perché ha utilizzato l’Inno europeo e non quello della Champions League? Tutte domande la cui risposta è invariabilmente è inequivocabilmente: “è un massone”. Ecco una graziosa immagine che dimostra come Emmanuel Macron sia un massone illuminato.
macron massone - 2
Anche Mario Adinolfi se n’è accorto. Qualche tempo fa Adinolfi aveva coraggiosamente denunciato il fatto che Macron fosse in realtà uno strumento nelle mani della potentissima lobby gay. Ma alla luce di quanto visto ieri si può dire che il leader del Popolo della Famiglia non aveva considerato il triangolo (massone).
macron massone - 4
La piramide quindi potrebbe non solo dimostrare che Macron è massone ma anche che conduce uno spregiudicato ménage à trois. Come già evidenziato da Maurizio Blondet – grande esperto di cospirazioni – Macron è allievo di un altro massone.
mario adinolfi macron massone - 2
Dalla padella nella brace, ora i francesi verranno governati da un massone. Ma in fondo che differenza c’è: stando alla vulgata complottista tutti i Poteri Forti™ sono massonici.

Tutte le piramidi di Emmanuel Macron

Ma dietro alla scelta della piramide del Louvre potrebbero esserci significati reconditi ancora inesplorati. Ad esempio Macron potrebbe essere un appassionato lettore di Umberto Eco e del Pendolo di Foucault:

Lo sapevate che la piramide di Cheope si trova proprio sul trentesimo parallelo che è quello che attraversa il maggior numero di terre emerse? Che i rapporti geometrici che si trovano nella piramide di Cheope sono gli stessi che si trovano a Pedra Pintada in Amazzonia? Che l’Egitto possedeva due serpenti piumati, uno sul trono di Tutankhamon e l’altro sulla piramide di Sakkara, e questo rinvia a Quetzalcoatl?

Se così fosse la relazione pericolosa di Macron con le piramidi potrebbe essere ancora più inquietante. E se fosse un messaggio mandato a Baravk Obama? Tutti sanno che l’ex Presidente USA è il clone di un antico faraone egiziano.

macron massone - 3
Coincidenze? Noi crediamo di no

Ma andiamo oltre con le ipotesi: il simbolo della nazionale di calcio francese è il galletto. Il verso del galletto è “cocorico”. Curiosamente in Italia esiste un locale che si chiama proprio Cocorico e che è caratterizzato da una piramide in vetro e acciaio simile a quella del Louvre. Forse Macron è un avventore della famosa discoteca di Riccione. E se sì con chi ci va? Con la moglie? Con la figliastra o con qualche esponente della lobby gay?

Emmanuel Macron vittima di abusi sessuali

Dulcis in fundo per rendere ancora più torbida la situazione c’è la diagnosi, effettuata via Web, dal  Prof. Adriano Segatori, Psichiatra-psicoterapeuta, membro della sezione scientifica “Psicologia Giuridica e Psichiatria Forense” dell’Accademia Italiana di Scienze Forensi.

L’esimio Prof. Segatori ci spiega che Macron è stato vittima di abusi sessuali (da parte della sua attuale moglie) e che quindi è un pericoloso psicopatico che crede che tutto gli sia concesso. Curioso che l’informatissimo professore ci spieghi che il fatto che gli abusi siano avvenuti a Parigi ha contribuito a minimizzarne la portata. In realtà – come chiunque abbia perso cinque minuti a leggere la pagina Wikipedia su Macron – Brigitte Auzière è stata insegnante di filosofia ad Amiens (città natale di Macron). Il giovane Macron è stato trasferito a Parigi solo per l’ultimo anno di liceo. Questo per dare la misura della profondità dell’analisi del Prof. Segatori.