Fatti

Lo strano silenzio del popolo del Family Day sull’utero in affitto di Cristiano Ronaldo

Per l’arrivo di Cristiano Ronaldo alla Juventus si è scomodato persino l’account ufficiale del Ministero dei Trasporti – quello del concentratissimo Toninelli – che ieri si complimentava per il “colpo” dei bianconeri che sono riusciti ad assicurarsi l’ingaggio di CR7. Aeroporti aperti per il campione portoghese, anche se il MIT poi farà sapere che il tweet era dovuto ad uno scambio di account (ma la concentrazione al Ministero rimane massima).

Che fine hanno fatto i politici che accusavano i gay di nazismo?

L’arrivo di Ronaldo era stato salutato con entusiasmo da Mario Adinolfi, fondatore del Popolo della Famiglia nonché sfegatato tifoso juventino. C’è però un dettaglio che forse non piacerà ad Adinolfi. Ronaldo infatti è padre di quattro figli, tre dei quali però non sono figli della sua attuale compagna. Fino a qui niente di male. Il problema è che tre di questi figli sono probabilmente nati facendo ricorso alla pratica medica della gestazione per altri. Ovvero una gravidanza portata a termine da una cosiddetta “madre surrogata” volgarmente chiamata “utero in affitto”.

cristiano ronaldo gpa utero in affitto - 1

Qualcuno si ricorderà di come durante la battaglia per l’approvazione della legge sulle Unioni Civili si disse che questa avrebbe legalizzato il ricorso alla GpA (nonché alla stepchild adoption). Ovviamente non è avvenuto nulla di tutto questo è avvenuto nonostante i proclami degli organizzatori del Family Day (tra loro anche il senatore leghista Simone Pillon).

cristiano ronaldo gpa utero in affitto - 8

A chi gli chiedeva conto del suo doppio standard Adinolfi, in preda alla trance agonistica,ha risposto invitando a scindere i meriti di CR7 dalla sua vita personale. Eppure quando si è trattato di figli di coppie gay non è stato sempre così.

Il doppio standard dei difensori della famiglia naturale sull’utero in affitto

Per molti il ricorso alla maternità surrogata e all’utero in affitto è una prerogativa delle coppie omossessuali. Le orrende polemiche sul figlio di Vendola e del suo compagno canadese lo dimostrano. Matteo Salvini e Giorgia Meloni proposero di non pagare il canone a causa della presenza al Festival di Sanremo di Elton John. Come è noto anche il cantante britannico ha avuto due digli assieme al marito Dave Furnish. In quell’occasione Adinolfi se la prese anche con Nicole Kidman, anche lei colpevole di aver avuto una figlia grazie ad una “madre surrogata”. Nel 2017 a farne le spese furono Ricky Martin e Tiziano Ferro, che vennero definiti dall’onorevole leghista Alessandro Pagano «due testimonial della nazista pratica dell’utero in affitto». Di che colpa si era macchiato Ferro? Di aver confessato di volere un figlio (e di essere omosessuale, ça va sans dire).

cristiano ronaldo gpa utero in affitto - 3
Solo gay e lesbiche commettono il reato di utero in affitto?

Appena qualche giorno fa il senatore Pillon (fondatore del Family Day) ricordava come i figli di due padri e i figli di due madri fossero il frutto di un reato. Per la verità Pillon racconta solo una parte della storia. Perché ci sono paesi dove la gestazione per altri è regolamentata e legale (quindi non si commette un reato). Ed è noto che a ricorrere alla cosiddetta maternità surrogata non sono solo le coppie omosessuali ma anche (e forse soprattutto) quelle eterosessuali.

cristiano ronaldo gpa utero in affitto - 2

Eppure come fa ben capire il post del senatore Pillon se una coppia eterosessuale decide (e ce ne sono parecchio) di ricorrere alla gestazione per altri non commette alcun reato. Forse perché l’unità della famiglia naturale è preservata, almeno nell’apparenza? Stupisce quindi che i vari Meloni, Adinolfi e Salvini non abbiano speso una parola nei confronti dell’orrendo crimime commesso da Ronaldo. Qualcuno vieterà a Ronaldo di parlare della sua famiglia? Qualche anno fa dopo la nascita del primo figlio Ronaldo disse «A mio figlio una madre non serve, gli basto io»; curioso che i difensori della famiglia naturale non abbiano emesso un fiato. Il fuoriclasse del Real Madrid non ha mai confermato di aver fatto ricorso alla “maternità surrogata” (ma sappiamo che la madre non è la fidanzata del tempo Irina Shayk) per il primogenito Cristiano Jr, nato nel 2010: «La gente specula sul fatto che all’epoca frequentassi questa o quella ragazza o che sia ricorso a una madre surrogato ma non ho detto a nessuno la verità e mai lo farò. Quando Cristiano sarà cresciuto, gli racconterò quello che ho fatto e tutto quello che mi è passato per la testa in quel momento». Qualcuno nel Popolo della Famiglia però paragonò i figli di Ronaldo a “tre cuccioli di cane”.

cristiano ronaldo gpa utero in affitto - 5 cristiano ronaldo gpa utero in affitto - 4

Diverso il caso dei due gemelli, avuti invece grazie ad una madre surrogata californiana (Ronaldo ha un quarto figlio nato dalla sua attuale compagna Georgina Rodriguez). I due bambini sono nati quando Ronaldo aveva già iniziato la sua relazione con la Rodriguez. Scelte personali, sulle quali nessuno ha il diritto di mettere bocca (come per tutti). Quello che è certo è la vicenda è piuttosto nota, ma come ha fatto notare su Twitter Vladimir Luxuria i campioni della famiglia naturale fondata sull’unione tra un uomo e una donna non hanno aperto bocca. Se Ronaldo fosse stato omosessuale lo avrebbero senz’altro accusato di fare propaganda per l’utero in affitto. Ma invece è un eterosessuale ed un calciatore famosissimo. Quindi ha diritto ad avere tutti i figli che vuole. Esattamente come dovrebbero averlo tutte le altre persone.

Foto copertina: Cristiano Ronaldo con i due gemelli avuti con la gestazione per altri e la figlia avuta dalla compagna Georgina. Fonte: Facebook.com