Opinioni

Il M5S attacca la Lega… su Bibbiano

L’affaire si complica su Bibbiano. Dopo aver donato soldi alla Onlus Hansel e Gretel e aver visto una sua eletta assumere la difesa di una delle indagate del caso degli affidi illeciti in Val d’Enza, il MoVimento 5 Stelle Emilia Romagna va all’attacco della Lega con un video in cui racconta di connessioni tra il sistema e il Carroccio:

Sentite cosa diceva l’11 marzo del 2015 il loro consigliere regionale reggiano Gabriele Delmonte in Commissione parità ( https://bit.ly/2LZu0g1 ) proprio davanti al sindaco del #Pd di Bibbiano, Andrea Carletti, e alla dirigente dei servizi sociali Federica Anghinolfi.
➡️ Parole tese a promuovere i #casidisuccesso della Val d’Enza!
Un esempio che il consigliere regionale auspicava potesse avere massima diffusione anche sui giornali e sui media!

Delle due l’una: o Delmonte e la Lega nel 2015 non sapevano di cosa stessero parlando, oppure oggi quando si dicono stupefatti da quanto sta emergendo dall’inchiesta “Angeli e Demoni” prendono in giro i cittadini.

A questo punto la propaganda è a livello di cortocircuito: tutti contro tutti.

 

Edit: Del Monte annuncia querela:

Se il M5s Emilia-Romagna non modifica il post su di me , cancellando quel video non veritiero, è pronta una querela per diffamazione e procederò entro 48 ore”. Gabriele Delmonte, consigliere regionale della Lega, avverte i pentastellati, parlando con l’AdnKronos

E il M5S Emilia Romagna risponde così:

PS.
Il Consigliere Delmonte ritiene che la sintesi che abbiamo riportato nel video non rispecchi fedelmente il suo intervento durante quell’audizione (il cui oggetto era quello degli abusi sui minori) e che le sue parole fossero rivolte ad episodi di bullismo. Per farvi un’opinione vi invitiamo quindi ad ascoltare il suo intervento in Commissione nella sua versione integrale (il link diretto all’audio è questo https://m01.lepida.it/audio/assemblealegislativa1_7118.mp3. Quello del consigliere Delmonte inizia al minuto 1:02:33).
Quello che abbiamo fatto con la diffusione di questo video è semplicemente far notare che nel 2015 il giudizio sull’operato dei servizi sociali della Val d’Enza era tutt’altro che critico. Nell’audizione del marzo del 2015 (e che tutti possono ascoltare a questo link nella sua versione integrale https://m01.lepida.it/audio/assemblealegislativa1_7118.mp3) c’è la sostanziale promozione del loro operato anche da parte della Lega.
Adesso quello che auspichiamo è che la nuova Commissione d’inchiesta possa mettersi seriamente al lavoro per far emergere tutte le criticità presenti sulla tutela dei minori non solo in Val d’Enza, ma in tutta la regione.

Leggi anche: La lite tra Di Maio e Bugani nel nome di Casaleggio e Di Battista

Mario Neri

Mario Neri è uno pseudonimo. La foto di Cattivik che usa come immagine del profilo lo rappresenta pienamente