Opinioni

«Beppe Grillo non si occupa del M5S da mesi»

Riccardo Nuti, deputato sospeso dal MoVimento 5 Stelle per la vicenda delle firme false, su Facebook oggi scrive e fa sapere, a proposito della dicitura “capo politico” nel post che fissa le regole per il candidato premier e che serve a far vincere la competizione a Luigi Di Maio, che da molto tempo ormai il padrone del M5S ha voglia di fare il comico e non si vuole occupare di politica:

Non capisco chi in questi giorni si preoccupa che Grillo non sarà più ufficialmente il capo politico e che il capo politico sarà Luigi Di Maio il quale sarà anche candidato premier, sovrapposizione che, per corretta informazione, in precedenza nel m5s non c’era. State tranquilli. Sappiamo da tempo che Grillo ha voglia di fare il comico e non gradisce occuparsi di politica nel senso comune del termine.
Andrà come in tutti questi altri mesi, Grillo comparirà ogni tanto in qualche video, in qualche palco, dirà che è garante (figura più di immagine che di sostanza visto che non è esplicitata da nessuna parte) che lui c’è, tutto per calmare qualche preoccupato e amen. In realtà è già così da tanti mesi, se non anni, fra passi indietro, di lato, in sù e in giù, solo che ora vi è qualche altro passo formale utile per chi ancora non se ne era accorto.

riccardo nuti beppe grillo
Beppe Grillo quindi, secondo Nuti, già da tempo avrebbe lasciato lo scettro a Luigi Di Maio e la corsa per il candidato premier definirà la completa certificazione del suo addio al M5S. I meravigliosi ragazzi potranno fare da soli. Come a Roma.
EDIT: Riccardo Nuti ha cancellato il post.