Fatti

"Spregevole", Ursula von der Leyen condanna l'attacco alla stazione di Kramatorsk

neXt quotidiano|

Von der Leyen

Doveva essere una zona franca dai bombardamenti, per consentire l’evacuazione dei civili. Ma dopo aver colpito ospedali e teatri trasformati in rifugi, la guerra non si è fermata neanche davanti a quella stazione di Kramatorsk, provocando la morte di almeno 30 persone (con un bilancio che potrebbe aggravarsi a causa del numero dei feriti). E se la Russia ha provato immediatamente a scagionarsi dando la colpa all’Ucraina, riuscendo nell’impresa di smentire se stessa nel giro di pochi istanti attraverso i media di Stato, Ursula von Der Leyen ha condannato immediatamente quell’attacco che ha provocato l’uccisione di civili innocenti.

Von der Leyen a Kyiv dopo l’attacco alla stazione di Kramatorsk

La Presidente della Commissione Europea si trova nella capitale ucraina, Kyiv, dove incontrerà il Presidente ucraino Volodymyr Zelensky. E dopo aver ricevuto la notizia dell’attacco missilistico alla stazione di Kramatorsk ha dichiarato:

“L’attacco missilistico di questa mattina contro una stazione ferroviaria utilizzata per l’evacuazione dei civili in Ucraina è spregevole. Sono sconvolto dalla perdita di vite umane e porrò personalmente le mie condoglianze al Presidente Zelensky. Il mio pensiero va alle famiglie delle vittime”.

E nel pomeriggio incontrerà, in compagnia dell’Alto Rappresentante dell’Unione Europea Josep Borrell e al primo ministro slovacco Eduard Heger, Zelensky e gli altri leader ucraini. L’incontro si terrà in un luogo non reso noto per tutelare la sicurezza di tutte le personalità presenti. I servizi di sicurezza dell’Ucraina e dell’Unione Europea, hanno deciso di mantenere uno stretto riserbo e il resoconto di ciò che verrà detto trapelerà solo a distanza di ore rispetto all’incontro.