Politica

A Viadana la Lega chiede il 20% degli incassi ai commercianti per il comizio di Salvini

la Lega chiede il versamento del 20 per cento degli incassi che saranno realizzati sabato e domenica prossimi, quando piazza Manzoni e tutto il centro saranno occupati dalla festa provinciale con Salvini

viadana lega 20 per cento incassi

A Viadana, paesone sul Po in provincia di Mantova, a un passo da Brescello, il borgo di don Camillo e Peppone la Lega chiede il versamento del 20 per cento degli incassi che saranno realizzati sabato e domenica prossimi, quando piazza Manzoni e tutto il centro saranno occupati dalla festa provinciale della Lega. Lo racconta oggi Gianni Barbacetto sul Fatto Quotidiano facendo sapere che il comizio di Salvini è in programma alle 20.30 del 28 settembre, quando scoppierà la febbre del sabato sera.

BAR, RISTORANTI, trattorie, gastronomie del centro storico di Viadana hanno ricevuto nei giorni scorsi la richiesta di un “contributo in percentuale”sugli incassi dei due giorni della festa. La Lega aveva tentato di gestire in proprio la ristorazione,provando a organizzare stand e cucine mobili come quelle delle salsicce alla griglia ai bei tempi delle feste dell’Unità. Poi si era fermata, forse temendo di non riuscire a soddisfare il grande popolo leghista atteso nei due giorni e soprattutto il sabato sera.

Ecco allora la proposta di coinvolgere i negozianti del luogo. Uscite dai vostri locali, venite a occupare gli spazi della festa all’aperto, nel centro del paese, allestite tavoli e banchetti, servite gnocco fritto e cotechino, riso con la salamella e guancialino, innaffiatelo con qualche bicchiere di buon rosso. Ma non dimenticate che i clienti ve li portiamo noi, dunque è gradito il “contributo in percentuale”.

viadana lega 20 per cento incassi

Le richieste sono arrivate fino dentro il municipio, scatenando l’ira delle opposizioni:

Il Movimento 5 Stelle ha stilato un comunicato in cui esprime “perplessità sulle modalità di gestione della ristorazione durante la manifestazione. Può essere corretto coinvolgere i commercianti locali, ma ci sembra quanto mai discutibile la richiesta del partito di una percentuale sugli incassi”. Oltretutto, fa osservare il M5S, tranne la tassa sull’o cc up azione di suolo pubblico pagata dalla Lega, tutte le spese sono acarico deiristoratori, che per svolgere attività all’esterno dei loro esercizi commerciali devono chiedere la “Scia”, la segnalazione certificata di inizio attività per manifestazioni temporanee, e pagare Comune e Asl.

Ma a lamentarsi è anche Gianni Fava, leghista candidato contro Salvini al congresso:

gianni fava lega viadana 20 per cento

E a parlarne sono stati per primi i giornali locali:

viadana lega 20 per cento incassi 1

EDIT: La Lega di Viadana ieri ha risposto con un comunicato alla notizia già diffusa dal Giornale di Mantova:

“In merito all’articolo di oggi sulla festa provinciale lega a Viadana, occorre fare chiarezza visti i soliti attacchi vili da parte di chi è già in campagna elettorale. La Festa Provinciale della Lega, storicamente e ancora oggi, è sempre stata organizzata dalla segreteria provinciale. Nelle precedenti edizioni era ubicata presso l’area feste di Goito, dove il partito allestiva gli stand e il ricavato restava nelle casse della segreteria stessa.”

“Quest’anno si è deciso di fare la Festa a Viadana cogliendo l’occasione del saluto che il nostro Segretario Matteo Salvini ha promesso di portare personalmente alla famiglia di Giovanni Cavatorta, compianto sindaco di Viadana venuto a mancare prematuramente nel mese di maggio.
Quanto alla location, si è optato per la piazza per consentire a tutti i commercianti di lavorare e poter allestire i loro stand, per i quali autonomamente hanno richiesto le autorizzazioni necessarie. Avendo evitato di organizzare una festa in autonomia, la Lega permetterà quindi ai commercianti viadanesi di beneficiare, sia livello economico che professionale, della presenza di molte persone potenziali clienti, a differenza di PD e 5 Stelle che sono invece impegnati a tassarli.
Nessuno della Dirigenza della Segreteria Provinciale ha preso accordi con alcuno o dato mandati a sottoscrivere contratti relativamente agli incassi, nè tantomeno su % di ogni tipo. Se qualcuno lo ha fatto, e ne dubitiamo, fin d’ora ci dissociamo.

Leggi anche: La storia della Lega di Viadana che chiede la percentuale ai commercianti per il comizio di Salvini