Economia

Uova contaminate dal fipronil, anche l'Italia nella lista dei paesi

uova fipronil

Anche l’Italia è tra i paesi coinvolti nel caso delle uova contaminate dal fipronil. Lo riferisce un portavoce della Commissione Ue secondo cui i paesi dell’Unione toccati dalla vicenda sono 15. Secondo la Commissione, i 15 paesi dell’Unione coinvolti, compreso l’Italia, sono: il Belgio, i Paesi Bassi, la Germania, la Francia, la Svezia, il Regno Unito, l’Austria, l’Irlanda, il Lussemburgo, la Polonia, la Romania, la Slovacchia, la Slovenia e la DanimarcaTuttavia questo non significa che l’Italia abbia ricevuto uova contaminate, viene chiarito.

Le uova contaminate dal fipronil sono anche in Italia

A differenza di quanto affermato nei giorni scorsi, quindi, anche l’Italia fa parte dei paesi in cui sono arrivate uova dai paesi nello scandalo, ma non tutte le uova erano contaminate e quindi ecco spiegata la precisazione dell’UE. Per quanto riguarda la Francia, circa 250mila uova contaminate dal fipronil, importate dal Belgio e dall’Olanda, sono state “immesse sul mercato” da aprile. Ad annunciarlo è stato oggi il ministro dell’Agricoltura di Parigi, Stéphane Travert, assicurando che il “rischio per la salute dei consumatori è molto basso”. Due centri di imballaggio n Francia hanno ricevuto “uova destinate al consumo contaminate provenienti da Olanda e Belgio”, ha affermato il ministro intervenendo su RMC e precisando che un primo lotto è stato messo sul mercato tra il 16 aprile e il 2 maggio ed è già stato consumato “senza impatto sulla salute”. Citando a conferma il parere dell’agenzia per la sicurezza alimentare il ministro ha detto quindi che il rischio per la salute è basso “sia per il livello di fipronil contenuto nelle uova sia per le abitudini francesi in materia di consumi alimentari”.

uova contaminate fipronil
Uova contaminate al fipronil, l’infografica (La Repubblica, 9 agosto 2017)

La Commissione europea riunirà i 15 paesi Ue coinvolti nel caso delle uova contaminate il 26 settembre. L’esecutivo comunitario non è stato in grado di precisare quante uova o quali prodotti contaminati sono stati importati in Italia. Sono informazioni che hanno “le autorità nazionali”, ha spiegato il portavoce. I paesi in cui sono stati chiuse degli allevamenti di galline ovaiole sono Belgio, Olanda, Germania e Francia. Anche due “entità” extra-Ue, la Svizzera e Hong Kong, hanno ricevuto prodotti contaminati, ha aggiunto il portavoce, sottolineando che la Commissione ha annunciato di aver “informato” i partner globali sulla crisi delle uova contaminate per il bene della “trasparenza”.

Leggi sull’argomento: Uova al fipronil, i rischi per l’Italia