Fatti

Il summit dei renziani smentito dai renziani

ministri renziani m5s

Oggi Repubblica in un articolo firmato da Tommaso Ciriaco ha parlato di un summit dei renziani in preparazione per stasera: i protagonisti dell’incontro, secondo l’articolo, dovevano essere Francesco Bonifazi, Maria Elena Boschi e Luca Lotti, ovvero i tre fedelissimi rimasti più vicini all’ormai ex segretario del Partito Democratico.

Il summit dei renziani smentito dai renziani

L’articolo va nella direzione di un’ipotesi di balcanizzazione del Partito Democratico, che vedrebbe i fedelissimi pronti a organizzarsi per costruire un’alternativa politica non necessariamente interna al PD, secondo la suggestione del “partito di Renzi” che si affaccia e fa capolino spesso nei momenti di difficoltà del leader, visto che se ne cominciò a parlare all’epoca della sua sconfitta alle primarie contro Pierluigi Bersani.

Le convocazioni sono partite. L’appuntamento è per stasera, anche se fino all’ultimo secondo tutto può slittare a domattina. Primo vertice per truppe renziane selezionatissime, dopo la batosta del 4 marzo. Si entra solo con la tessera del Giglio Magico. Località top secret per evitare fughe di notizie, quasi certamente lontano dal Nazareno. Nel menù, le strategie per pianificare la riscossa del renzismo. E per contarsi in vista della battaglia campale sui capigruppo.

renzi ultimo nei sondaggi
Il sondaggio di Pagnoncelli illustrato oggi sul Fatto (21 gennaio 2018)

Ci saranno Luca Lotti, Maria Elena Boschi e Francesco Bonifazi, i reggenti del capo sfregiato dalla sconfitta. Non Graziano Delrio, che è sfumatura moderata e un po’ critica di questa galassia. L’unica incognita è la presenza al summit di corrente del segretario dimissionario. Deciderà oggi stesso. E potrebbe anche rimandare l’incontro a lunedì mattina. Intanto, sempre il leader continua a fa sapere di non voler partecipare alla direzione nazionale. «Mando Martina. Mi rivedranno all’assemblea di aprile».

Nell’articolo si parlava però anche del fatto che alla fine all’ultimo Renzi avrebbe potuto presentarsi alla Direzione, come già detto qualche giorno fa da Massimo Giannini e successivamente smentito dallo stesso segretario: «Sono curioso di vedere chi si alzerà per attaccarmi. Spero non chi ha perso nel suo collegio ed è entrato in Parlamento solo perché capolista nel proporzionale…».

La smentita degli interessati

Lotti, Bonifazi e Boschi hanno però smentito furiosamente la ricostruzione contenuta nell’articolo: “In merito a quanto scritto in un articolo di Tommaso Ciriaco sul quotidiano La Repubblica, su un presunto ‘summit dei renziani’, si precisa che si tratta di una notizia totalmente falsa: non è mai stato in programma alcun summit. Ancora una volta, purtroppo, la fantasia ha superato la realtà. Il fatto di essere a corto di notizie non autorizza nessun giornalista a inventarle, per rispetto innanzitutto dei lettori”.

matteo renzi sciare
Una pagina del settimanale Chi in cui si vede Renzi sciare

La falsa notizia del summit fa il paio con le voci che danno l’ex segretario al lavoro per far nascere un movimento di Renzi che raccolga chi si è avvicinato al PD all’epoca della sua segreteria e quando lui era a Palazzo Chigi, che si dovrebbe poi addirittura rinsaldare con Forza Italia: il Renzusconi di governo immaginato nei giorni prima delle elezioni e considerato a torto come il sicuro effetto dell’applicazione del Rosatellum si trasformerebbe in un Renzusconi di lotta pronto a mettersi all’opposizione dei populisti al potere per prepararsi a rovesciare la situazione alle prossime elezioni.

Leggi sull’argomento: Cosa farà da grande Matteo Renzi