Politica

Simone Di Stefano e Casapound in piazza con le Sardine

Simone Di Stefano, di CasaPound, torna sulla manifestazione delle sardine di oggi a Roma e su twitter posta una foto che lo ritrae con in mano un cartoccio di pesciolini fritti in piazza Venezia. Ma poi smentisce

simone di stefano casapound sardine 1

“Anche io oggi in piazza (Venezia) con le #Sardine (fritte)”. Simone Di Stefano, di CasaPound, torna sulla manifestazione delle sardine di oggi a Roma e su twitter posta una foto che lo ritrae con in mano un cartoccio di pesciolini fritti in piazza Venezia. “Mica ci avrete creduto? Quello delle sardine è un vuoto pneumatico che non può essere riempito con nessuna buona idea. Pappagalli del Bella Ciao, state bene così!”, scrive l’esponente di Cpi dopo che nei giorni scorsi un esponente delle Sardine di Roma aveva auspicato la partecipazione senza bandiere del movimento della Tartaruga frecciata alla manifestazione di questo pomeriggio in piazza San Giovanni.

Simone Di Stefano e Casapound in piazza con le Sardine

Dopo il solito tentativo di dare la colpa a quei cattivoni dei giornalisti, il comitato nazionale 6000 Sardine aveva smentito l’invito nei confronti di Casapound. “No, non andremo a cantare Bella Ciao… Hanno parlato i quattro leader chiudendo a qualsiasi cosa… A questo punto non ci interessa”, ha poi confermato Di Stefano all’AdnKronos.

simone di stefano casapound sardine 1

“A San Giovanni non andremo – chiarisce Di Stefano – Quanto accaduto è la dimostrazione che non si vuole dialogare ma solo essere contro. E’ la certificazione che questa piazza, questa sinistra, non va da nessuna parte: vorrebbe essere nuova, fresca e frizzante, ma, se si riduce a stare in piazza e cantare Bella Ciao, non serve allo scenario politico italiano e a noi non interessa. Alla fine, quella delle sardine si è rivelata la solita piazza della sinistra radicale, niente di nuovo. L’ennesimo bluff”.

Leggi anche: Adesso Salvini vuole il Comitato di Salvezza Nazionale