Opinioni

Casapound e la difesa di Matteo Salvini su via Napoleone III

Ieri Matteo Salvini a DiMartedì ha parlato dello stabile di via Napoleone III occupato da Casapound e ha sostenuto che bisognerebbe dare priorità agli stabili pericolanti. Il video comincia con Giovanni Floris che dice che lo stabile è stato già sgomberato (il che non è vero, per ora c’è solo il sequestro dell’immobile chiesto dalla procura e convalidato dal GIP), poi tocca al Capitano: “Lo stabile di Casapound? Uno delle centinaia di stabili occupati a Roma, peraltro non uno di quelli pericolanti. Da ministro dell’Interno avevo stilato con la prefettura di Roma un elenco di stabili pericolanti e pericolosi da sgomberare, perché per me le occupazioni abusive sono tutte…”. E poi: “Io però se devo sgomberare un palazzo che rischia di cadere o uno che non rischia di cadere, prima parto da quello che rischia di cadere, oggettivamente”.

Quindi in primo luogo va segnalato che Salvini ha mollato definitivamente Casapound visto che alla richiesta di solidarietà fatta nei giorni scorsi dai Fascisti del Terzo Millennio ha risposto che per lui le occupazioni sono tutte uguali. E questo nonostante le cene con i leader di Casapound e la loro partecipazione alla manifestazione convocata da Salvini nell’ottobre scorso.

matteo salvini cena casapound 1

In secondo luogo ora dovrebbe essere evidente anche ai Fascisti del Terzo Millennio che Salvini, così come Meloni sulla quale del resto non hanno mai fatto affidamento, li ha definitivamente mollati e sarà impossibile per loro arrivare a essere eletti tramite alleanze con la Lega. Ora gli toccherà scegliere.

Leggi anche: La soddisfazione di Libero: «Arrestati 59 napoletani»

Mario Neri

Mario Neri è uno pseudonimo. La foto di Cattivik che usa come immagine del profilo lo rappresenta pienamente