Opinioni

C’è un Salvini in Toscana che invita a votare contro Ceccardi

Il consigliere regionale uscente del Gruppo misto, ed ex Lega, Roberto Salvini dopo l’esclusione della sua lista dalla competizione elettorale invita a votare contro la Ceccardi: “Dopo la nostra esclusione dalle elezioni, il Patto per la Toscana lascia libertà di voto a tutti i suoi attivisti, candidati, movimenti e componenti. Tuttavia devo farmi portavoce di uno spontaneo sentimento che è forte tra di noi. Sono in gioco valori importanti, domenica e lunedi prossimo, quali l’autonomia della Toscana, la competenza amministrativa e, non ultima, la tradizionale mitezza della vita politica toscana. Questa spinta dal basso si sta orientando in una chiara direzione: un netto voto disgiunto per Giani presidente”. La lista ‘Patto per la Toscana – Roberto Salvini presidente’ era stata esclusa prima dalla Corte di appello di Firenze e poi dal Tar Toscana: contro queste decisioni, l’ex consigliere regionale Salvini aveva presentato ricorso anche al Consiglio di Stato. “La sentenza del Consiglio di Stato ha confermato la decisione del Tar – ha detto Salvini – siamo arrivati alla fine dell’iter, ci sono stati tutti i gradi di giudizio. Purtroppo piccoli errori grafici e burocratici non ci hanno permesso di partecipare alle regionali in Toscana. D’ora in avanti ci sarà tutta una serie di incontri per portare avanti progetti, magari anche con altri partiti, per le prossime elezioni amministrative e anche politiche nazionali”.

roberto salvini 1

Di Roberto Salvini abbiamo parlato quando venne sospeso (e poi cacciato) dalla Lega perché aveva proposto di mettere le donne “in vetrina” per incentivare il turismo, parlando di prostituzione nella commissione sviluppo economico. Il consigliere del Pd in Regione Monia Monni, che era presente alla riunione, aveva pubblicato un video sui fatti nel quale si sentono le incredibili dichiarazioni di Salvini: “Se mezza Europa ci investe in quell’indirizzo… Non ce lo vogliamo togliere il prosciutto dagli occhi? Io sono stato 20 anni fa alle fiere in Germania, in Olanda è uguale, in Austria è uguale, in Francia è uguale: troviamo le donne in vetrina. È un turismo anche quello. Non dimentichiamoci cos’era… perché cos’era Montecatini? Cos’è Firenze lungo i viali? Cos’è Viareggio?”

Leggi anche: Salvini contestato a Jesi: chi ha paura di Bella Ciao?