Fatti

“I vaccini sono come l’Olocausto, uccidono”: e il consigliere comunale viene espulso

Massimiliano Quaresima, consigliere comunale del XII Municipio di Roma ed ex 5 Stelle, paragona il vaccino a quello che hanno fatto i nazisti. Risultato? È stato espulso dall’aula

Video

Massimiliano Quaresima è un consigliere comunale del XII Municipio di Roma, e nel 2019 ha lasciato il Movimento 5 Stelle. Quaresima è noto per le sue posizioni no vax.

“I vaccini sono come l’Olocausto, uccidono”: e Quaresima viene espulso

Come non ricordare quando fece un post per  la giornata dell’austismo, il 2 aprile, per dire che andrebbe ribattezzata “con il suo vero nome”. Quale? Giornata da “danno da vaccino”?

massimiliano quaresima m5s autismo vaccini scie chimiche - 3

Ma non è l’unica affermazione controversa del consigliere: ad esempio sul suo profilo Facebook tempo fa aveva deciso di lanciare una interessante campagna per rivolgersi a dottori omeopati e per boicottare i farmaci “e tutta la chimica”. E ancora durante un intervento in consiglio comunale si era scagliato contro i vaccini spiegando che “l’aumento dei casi di omosessualità, è dovuto alle vaccinazioni e agli abusi subiti da molti bambini”. Proprio ora, che sui vaccini gli italiani, dopo la sospensione temporanea di Astrazeneca, sono davvero confusi, Quaresima ha ripetuto la sua perfomance. In consiglio comunale ha affermato che “In Israele, dove non hanno capito nulla dell’Olocausto, stanno facendo al popolo la stessa cosa che hanno fatto i nazisti“. In quel momento si stava discutendo una mozione proposta dal consigliere Pd  Elio Tomassetti, che impegnava la presidente del Municipio, Silvia Crescimanno, e la giunta “a rappresentare alla sindaca la necessità di richiedere l’inserimento dei dipendenti di Roma Capitale tra i soggetti prioritari per la somministrazione del vaccino Anti-Covid”. E Quaresima, ovviamente contrario ha continuato con le sue farneticazioni no vax: “Quando c’è stata la pandemia a marzo nessuno degli autisti è rimasto contagiato o è andato in ospedale, quindi cosa state farneticando. Queste vaccinazioni sono pericolose e non solo Astrazeneca, da 4 anni in Consiglio vi diciamo che i vaccini sono farmaci sperimentali e non potete imporre le vaccinazioni, ci sono stati 23 morti in Norvegia col vaccino Pfizer e 21 a Como ma voi continuate con questa musica della farsa di questa pandemia, quando non ci sono più rianimazioni né ospedali pieni”. Risultato? È stato espulso dall’aula, o meglio dalla videoconferenza in cui si teneva il consiglio.