Attualità

Quali auto possono circolare la prossima settimana a Roma?

neXt quotidiano|

pm10

A Roma oggi tornano in strada 700mila auto diesel, ma domani scatta la domenica ecologica. Dopo il blocco settimanale la pioggia pronosticata dalle previsioni del tempo ha spinto il Comune a concedere una tregua sul fronte dei divieti, resi comici dal fatto che quelli dei vigili e i mezzi ATAC e AMA vadano comunque a gasolio. Il problema però si ripropone per la prossima settimana, mentre è certificato che il blocco delle Euro 6 è stata una mossa inutile.

Quali auto possono circolare la prossima settimana a Roma?

Questo perché, a guardare i dati delle centraline che rilevano quotidianamente i livelli di polveri sottili nell’aria, durante i divieti, come una beffa, sono cresciuti ogni giorno di più: lunedì, quando ancora il blocco ai diesel no nera scattato, si erano registrati sforamenti dei limiti di legge in 8 centraline su 13. Il giorno dopo è partito il maxi-fermo e, pronti-via, si è saliti a 9 sforamenti. Stesso dato di mercoledì, con i valori dei vari quartieri che peggioravano ancora. Ieri l’Arpa, l’agenzia regionale per la protezione ambientale, ha comunicato gli ultimi dati disponibili, che riguardano la giornata di giovedì.

smog roma
I livelli di PM10 a Roma (Il Messaggero, 18 gennaio 2020)

Ma adesso, spiega il Messaggero, il Campidoglio si prepara a rivedere i divieti anti-smog.

In particolare le misure emergenziali, che vengono annotate nel Piano di intervento operativo del Comune. Ci si muoverà sulla scia del Piano di risanamento della qualità dell’aria, atto che spetta alla Regione e che, ha ricordato ieri la sindaca Virginia Raggi, è «in corso di aggiornamento». In Campidoglio stanno lavorando alla pratica gli esperti della Direzione “Rifiuti e Inquinamento” del Dipartimento Ambiente. Il blocco alle auto Diesel Euro 6, che oggi scatta «se persistono le condizioni critiche di inquinamento per più giorni», adesso è in forse.

Il Campidoglio farà una valutazione «insieme all’Arpa». Il blocco in ogni caso dovrebbe essere rimodulato: molto probabilmente, a detta dei tecnici,dopo la revisione i divieti interesseranno anche le auto a benzina Euro 3, circa 160mila veicoli a Roma che in questi giorni hanno circolato liberamente. Un tipo di auto che, come ha ricordato l’Unrae (Unione nazionale dei rappresentanti autoveicoli esteri), produce «il doppio di emissioni di ossidi di azoto rispetto ai diesel Euro6».

Leggi anche: Come Virginia Raggi mischia mele con pere per farvi credere che aspettate i bus Atac per meno tempo