Opinioni

Le balle di Casaleggio sul “primato mondiale” di Rousseau

Ieri Davide Casaleggio si è presentato davanti alle telecamere di La7 per parlare di un presunto primato mondiale di Rousseau nelle votazioni online, mentre la Piattaforma sviluppata dalla Casaleggio si piantava per l’ennesima volta durante il voto per il governo M5S-PD: «Alle 13.19 abbiamo superato le 56.127 votazioni da parte degli iscritti, che era l’attuale record mondiale di partecipazione online a una votazione politica». In seguito andava down anche Il Blog delle Stelle, causando, secondo i rumors, il ritardo nella comunicazione dei risultati che ha lasciato tutti con il fiato sospeso.

blogdellestelle down

Ma soprattutto, Casaleggio continua ogni volta che si accendono i riflettori su Rousseau ad annunciare curiosi record che non sono mai confrontati con i risultati di nessun altro. Il Messaggero però oggi ricorda che in realtà il record mondiale di partecipanti ad una votazione online spetta alla piccola Estonia, dove il 3 marzo 2019 hanno usufruito del voto elettronico 247.232 aventi diritto, il 45% del totale. Ma non basta. Tra il 4 e l’11 febbraio 2017, la base di Podemos ha votato online per confermare Pablo Iglesias alla guida del partito, una sorta di congresso virtuale in grado di raccogliere circa 150mila preferenze in sette giorni: quasi 100mila in più rispetto a quelle ufficializzate dal Movimento 5 Stelle.

elena fattori

Leggi anche: Come i suoi fans massacrano Salvini per il governo M5S-PD