Economia

Banca Popolare di Bari, Jacobini torna alla carica

vincenzo de bustis banca popolare di bari

Sulla Banca Popolare di Bari sale la tensione. Ieri la curiosa decisione di annunciare la scelta dei candidati al consiglio di amministrazione senza farne i nomi, anche se secondo i giornali in lizza ci sarebbe l’attuale consigliere delegato, Vincenzo De Bustis, che sta seguendo il turn around della banca, mentre Marco Jacobini è dato in uscita, e il suo passo indietro è previsto in assemblea. Secondo quanto indicato da alcune fonti, il consiglio avrebbe comunque trovato candidati di profilo, anche con competenze internazionali. Ieri si rincorrevano i rumors relativi a Giovanni Ferri, economista, attuale presidente di Pop. Bari Corporate Finance. Intanto però c’è il problema Bankitalia, dice il Messaggero:

Bankitalia che sta conducendo un’ispezione da una decina giorni a tutto campo, ha chiesto discontinuità. Nel mirino la presidenza di Marco Jacobini la cui famiglia esercita una forte influenza anche perché al vertice ci sono i figli Gianluca e Luigi non in sintonia tra loro e con l’ad Vincenzo De Bustis. Sembrava che Marco fosse disponibile al passo indietro, invece, nelle ultime ore si sarebbe messo sull’aventino. Si Spiega cosi il mistero del comunicato di due giorni fa in cui oltre a portare il rosso 2018 a 420 milioni si comunica che il cda ha varato la lista per il rinnovo di sei consiglieri all’assemblea del 21 luglio.

banca popolare di bari

Filtra che tra i papabili ci sia Gianvito Giannelli, docente universitario e nipote del presidente. Va detto che tutti gli altri esponenti del mondo esterno individuati da Korn Ferry si sarebbero ritirati. E la stessa ipotesi Giannelli non piace alle Autorità perla mancanza di requisiti e soprattutto non darebbe luogo a una svolta radicale. In assenza di indicazioni concrete, non si esclude che Bankitalia possa assumere decisioni più energiche.

Leggi anche: Come il governo Conte si è calato le braghe per evitare la procedura di infrazione