Attualità

Quando il saggio indica Salvini il beneducato guarda il dito medio 

@Giovanni Drogo|

dito medio salvini gogna erika - 3

La buona notizia è che Matteo Salvini è tornato a volare. Passato lo spavento per il vile attentato compiuto dalla ragazza che lo ha fotografato e fatto il dito medio mentre dormiva il Capitano è tornato a solcare i cieli. Lo ha voluto fare sapere lui stesso ieri sera pubblicando una foto in cui lo si vede tranquillo e sorridente vicino al finestrino di un aereo: «si riparte direzione Roma! Speriamo di avere una vicina di volo educata». Nel frattempo buona parte del Paese si arrovellava su un’importante questione: fare il dito medio a Salvini è sbagliato?

Perché è più importante difendere la ragazza del dito medio a Salvini che lamentarsi della sua maleducazione

Le nostre mamme ci hanno insegnato che fare quel gestaccio è da maleducati. Quindi sì: se proprio volete dire che la ragazza è “maleducata” potete pure farlo. Ma naturalmente non è quello il problema. Perché quella ragazza non è la prima persona che ha fatto un dito medio ad un politico, e non sarà certo l’ultima. Tutti maleducati? Tutti alla ricerca di visibilità? Quando Berlusconi andò a riferire in Senato dopo i fatti del G8 di Genova qualcuno fuori da Palazzo Madama gli urlò “buffone”. Che contestatori maleducati. Ma alla luce di quello che era successo a Genova non era quello il vero problema del momento. E così nemmeno un dito medio a Salvini dovrebbe esserlo.

la torre lucarelli dito medio salvini gogna erika - 1

Non solo perché Salvini è uno che indulge volentieri nel gestaccio in questione o perché è il politico che combatte il politically correct. Ma perché è evidente che per quanto maleducato, esecrabile, orribile, terribile, terroristico (continuate voi) sia stato quel gesto il punto è quello che è successo dopo. Perché da una parte abbiamo una ragazza (maggiorenne certo, ha 19 anni) e dall’altra un politico navigato, forte di una pagina con quattro milioni di fan, uno staff della comunicazione e un buon 34% nei sondaggi. Non è Davide contro Golia, per il semplice motivo che non c’è una lotta. Salvini, come già ha fatto tante volte in passato ha scatenato la sua Bestia contro la ragazza. E giusto per andare sul sicuro ha diffuso anche le generalità della ragazza, per consentire proprio a tutti di andare ad insultarla.

la torre lucarelli dito medio salvini gogna erika - 2

Incredibilmente però il dibattito si è concentrato più sul gesto della ragazza che su quello di Salvini. Ad esempio Selvaggia Lucarelli ha sottolineato che fare il dito ad una persona fotografata di nascosto e poi diffondere la foto sui social è un illecito civile e soprattutto è un gesto d’odio. Per l’avvocato Cathy La Torre invece «l’articolo 10 del codice civile non è applicabile per i personaggi pubblici fotografati in luogo pubblico».

È più grave il dito medio o un politico che fa il cyberbullo?

Per la scrittrice Michela Murgia il dito medio è uno sberleffo irriverente al potere «l’arma, in molti casi la sola, con cui  una persona socialmente debole più attaccare un potente, un indifeso può attaccare il fotte e  un piccolo più sbeffeggiare un grande». È una questione di rapporti di forza (non ci vuole moltissimo: ci era arrivato pure Malgioglio) di spazi da conquistare e da difendere. E la Murgia coglie nel segno quando fa notare la disproporzione tra il potere di Salvini e quello della ragazza. Perché Salvini incarna il potere che ha deciso di fare di quella donna l’ennesimo esempio di quello che succede quando lo si prende in giro. Così che ora in molti dicono che la ragazza se l’è cercata perché tutti conoscono il modus operandi  di Salvini. In questo modo qualsiasi forma di dissenso, anche la meno “pericolosa” come un dito medito viene posta davanti al dilemma: lo faccio e rischio di essere insultato per giorni sui social dai fan di Salvini o me ne sto zitto e fermo, ben educato, e lascio a Salvini (che già ha dalla sua social, giornali e televisioni) l’ultima parola?

michela murgia dito medio salvini gogna erika - 1

Nel frattempo il discorso sulla ragazza è andato avanti senza che lei potesse avere voce in capitolo. Perché a parlare sono stati gli altri, soprattutto i leghisti. Da ieri sera circola su Facebook e Twitter uno screenshot che si presume sia stato preso dal profilo Facebook della ragazza. Non c’è alcuna certezza sulla veridicità di questo “comunicato” nel quale Erika rivela di non essere una sardina e denuncia di aver ricevuto numerosi insulti e minacce. Anche per quanto riguarda il gestaccio da maleducata nel presunto messaggio Erika scrive che «era, piuttosto, rivolto alle persone a cui ho inviato la foto privatamente e nulla aveva a che vedere con Salvini ( il quale se vogliamo dirla tutta è circondato anche da cuoricini vari)».

dito medio salvini gogna erika - 4

Ora, non sappiamo se questo messaggio (che è stato pubblicato anche sulla Gazzetta del Mezzogiorno) sia stato scritto dalla ragazza protagonista della foto. Certo è una possibilità che quasi nessuno aveva preso in considerazione. Perché – caso curioso – tutti si sono precipitati a difendere Salvini. E chi per ragioni politiche o di simpatia non voleva farlo ha puntato il dito (il suo) contro la maleducazione della ragazza.

dito medio salvini gogna erika - 1

Nel frattempo però sui social succedevano cose come questa. Persone che definivano “puttanella da dito facile” la ragazza e che scrivevano «quanto mi piacerebbe che incontrasse una risorsa nigeriana di notte con quelle che lei crede che siano buone intenzioni». Prendi per il culo Salvini? Allora ti meriti di essere stuprata. In fondo te la sei cercata no? Oppure quell’altro che la paragona «ad una ladra che ti entra in casa di notte approfittando del momento giusto per rubare (mentre dormi)». In pratica la gogna di Salvini è una caso da manuale di legittima difesa, se un ladro ti entra di notte in casa sei autorizzato a ucciderlo, se una ragazzina si fa un selfie mentre dormi allora sei autorizzato a schiacciarla con tutta la forza dei tuoi social.

dito medio salvini gogna erika - 2

Davvero vogliamo mettere sullo stesso piano quella ragazza e Salvini solo perché lei è stata “maleducata”? Fatelo, ma ricordatevi che da una parte c’è un politico che da anni sguazza nell’odio (che siano i migranti, la Boldrini o i buonisti poco importa) e che ha costruito buona parte della sua carriera politica alimentando sentimenti come quelli che leggiamo negli insulti ad Erika.

dito medio salvini gogna erika - 5

Dall’altra parte c’è invece una ragazza, colpevole del gravissimo reato di maleducazione con l’aggravante della vigliaccheria, che grazie alla diffusione che Salvini ha dato della foto è oggetto delle fantasie morbose di persone che si augurano che venga stuprata o che possa morire. Se Salvini si fosse sentito minacciato, deriso o insultato credete davvero che avrebbe pubblicato ovunque (Twitter, Instagram e Facebook) la foto in questione? No, Salvini sapeva benissimo che quel gesto isolato era perfetto per la sua propaganda. Perché è uno che non si fa molti scrupoli a mettere qualcuno nel tritacarne per spremerne un po’ di consensi. È già successo, succederà ancora, ma tutti guardano il dito.

Leggi anche: Lamorgese smonta le bufale di Salvini e della Lega sul gazebo accerchiato dagli anarchici a Bologna