Opinioni

Paolo Ferrara cancella e chiede scusa per il video con la tessera del PD bruciata

Ieri sera Paolo Ferrara aveva condiviso un video che mostrava qualcuno che bruciava una tessera del Partito Democratico, accompagnando il tutto con un messaggio che parla della telefonata di De Benedetti a Renzi nella vicenda del decreto sulle banche popolari:
paolo ferrara tessera pd 2
Su Twitter il senatore Stefano Esposito riguardo la vicenda aveva scritto: “Paolo Ferrara capogruppo del M5s a Roma ieri sera ha pubblicato un video che lo immortala mentre brucia una tessera del Pd. Il gesto non merita commenti. Il signore è anche un militare della Guardia di Finanza: chissà cosa ne pensano i suoi vertici?”. Poco fa Ferrara ha cancellato il video e lo status dalla sua pagina Facebook, dove stava ricevendo molte critiche:
paolo ferrara tessera pd
In una nota inviata alle agenzie di stampa Ferrara si è scusato: “Ho condiviso un video trovato sul web che riprende un elettore del Pd che brucia la sua tessera di partito. Ho fatto un errore e chiedo scusa perché la battaglia politica deve sempre rimanere nell’alveo del confronto leale. Ma smentisco il mio coinvolgimento diretto nella vicenda: io non ho mai bruciato alcuna tessera. Il mio voleva essere un modo per evidenziare la delusione di tanti cittadini verso il Partito democratico. Questa volta ho esagerato e devo chiedere scusa”. Il post su Twitter è invece ancora lì.

Leggi sull’argomento: Paolo Ferrara e il video della tessera del PD bruciata