Opinioni

Michele Emiliano e il governo PD-M5S

“E’ evidente che la crisi non può che avere l’esito di un governo Cinquestelle sostenuto dall’esterno dal Pd”. Così il governatore pugliese e leader di Fronte democratico, Michele Emiliano, rispondendo alla giornalista Myrta Merlino la quale, nel corso de L’Aria che tira, gli faceva notare la dichiarazione del presidente emerito della Repubblica, Giorgio Napolitano, secondo il quale “questa è una crisi difficilissima, serve senso di responsabilità, bisogna pensare all’interesse generale”. Emiliano, che è stato il primo in campagna elettorale ad avere evidenziato la necessità che il Pd sostenesse un eventuale governo del M5s, ha detto di capire che “forse sono partito un po’ troppo presto: le ferite sono aperte, i militanti sono stati umiliati – ha concluso – e devo dire ingiustamente perché il Pd è una grande forza politica di persone per bene che si battono da anni”.

https://www.nextquotidiano.it/wp-content/uploads/2017/03/michele-emiliano-xylella-2.jpg

Infine: “Non dovete pensare – ha avvertito – che gli eredi di quelli che in montagna hanno difeso la democrazia dai fascisti, non dovete pensare che quelli che hanno difeso le fabbriche, che hanno lottato per la emancipazione delle donne, per i diritti civili delle persone, si rassegnino a vedere il mondo che gli scappa di mano”. “Noi non molleremo mai – ha concluso – questo sia chiaro, e deve essere chiaro anche al M5s che ci chiede il supporto esterno”.

Leggi sull’argomento: Quando Marco Travaglio spiegava la storia dell’inciucio M5S-PD