Politica

Tra Berlusconi e Renzi nasce l'amore: "Lo stimo molto" "Ha sette vite e li frega tutti"

Asia Buconi|

matteo renzi silvio berlusconi

Un feeling mai sopito, un’intesa oltre ogni colore. Potremmo definire così quella anomala “simpatia” che da sempre lega il leader di Italia Viva Matteo Renzi al presidente di Forza Italia Silvio Berlusconi. L’ex segretario del Pd è tornato a spendere parole di stima nei confronti del Cav a Tagadà, su La7, parlando, tra le altre cose, di Mes, il fondo salvastati che tanto divide maggioranza e opposizione.

Matteo Renzi: “Berlusconi ha sette vite e li frega tutti”. Il Cav: “Lo stimo”

Come anticipato, secondo Renzi, il primo punto di accordo con la visione politica di Berlusconi è proprio il Mes: “Sul Mes io e Berlusconi la pensiamo alla stessa maniera, è Meloni che non la pensa come noi”. Una sintonia che è anche più generale: “Per alcuni aspetti è vero, noi siamo ai bordi del campo su due campi di gioco diversi, loro ala centrista del centrodestra, io dell’area di centrosinistra. Certo è che su alcuni temi con Berlusconi la pensiamo allo stesso modo, come sul Mes – ha ribadito Renzi – la differenza è che Berlusconi vota la fiducia, io corro in Senato a votare contro”.

In merito all’intenzione da parte del Terzo Polo di “sostituirsi” a Forza Italia (visti anche i diversi trasferimenti di esponenti azzurri nelle fila di Renzi e Calenda alla caduta del Governo Draghi), il leader di Italia Viva è stato molto chiaro: “Forza Italia è di Berlusconi, questo vale fino alla fine di Berlusconi, che ha sette vite e li frega tutti”. Poi, sulla tenuta della maggioranza di Governo, Renzi non ha mancato di sottolineare l’essenzialità dell’appoggio del Cav a Meloni: “Al momento il Governo Meloni è molto solido, penso che ce la farà ad andare avanti nel 2023. Certo mi dispiace vedere quelli di FdI che fischiano Berlusconi, perché se Berlusconi vuole il governo Meloni va a casa”.

In ogni caso, la “simpatia” mostrata da Renzi nei confronti del Cav sembra essere da quest’ultimo ricambiata. In un’intervista per il Corriere della Sera di ieri, Silvio Berlusconi aveva detto: “Ho sempre stimato Renzi e ho sempre pensato che giochi in una metà di campo che non è la sua. Certamente, se lo volesse, potremmo lavorare in sintonia su diversi temi ma gli italiani hanno scelto alle elezioni da chi vogliono essere governati”.