Politica

Marinella Pacifico, Tiziana Drago, Mattia Crucioli: tre senatori M5S passano alla Lega?

L’acquisto della senatrice Marinella Pacifico potrebbe costituire un punto di svolta per la Lega di Salvini. Prima che venisse oscurato dall’interessata, nel 2018 in seguito a una serie di articoli che ne parlavano, il suo profilo facebook era infatti un ricettacolo di complottismo, tesi ridicole e fregnacce varie

marinella pacifico 99

Ci sono tre senatori del MoVimento 5 Stelle che potrebbero passare alla Lega, scrive oggi Repubblica in un articolo a firma di Carmelo Lopapa. ). I nomi sui quali la pressione si sta facendo sempre più insistente sono quelli delle senatrici del M5S Marinella Pacifico e Tiziana Drago e del loro collega di gruppo Mattia Crucioli.

Sono tre malpancisti. La tecnica collaudata è l’avvicinamento da parte dei leghisti nelle rispettive commissioni di appartenenza. La “pratica” poi passa al capogruppo (Massimiliano Romeo al  Senato): un incontro, un caffè, discorsi di “prospettiva”. Infine l’aggancio finale. «Forse è il Movimento che mi vorrebbe fuori, chiedete ai vertici», dichiara in questi giorni Tiziana Drago. Gli altri negano e smentiscono. Di certo, Matteo Salvini perde le staffe se gli si parla di campagna acquisti in stile berlusconiano: sostiene che siano gli altri a bussare alla sua porta.

E a quel punto, se bussano, si apre: «Porte aperte a donne e uomini perbene e capaci, lo stanno facendo da tutti i partiti, perché siamo seri e credibili, pronti a vincere le prossime elezioni». Perché dopo i mesi del lockdown adesso l’ex vicepremier è tornato nuovamente a credere di poter mandare a casa il premier Conte per costringere al voto. Anche se la notizia dell’approdo della nuova legge elettorale in aula alla Camera il 27 luglio, chissà quando al Senato, non è stato considerato un segnale del tutto incoraggiante, dal loro punto di vista.

marinella pacifico 99

Comunque, Salvini non conta sull’aiuto dell’amico “Silvio”, appunto. «Il Cavaliere è più preoccupato del 30 per cento di perdite nei ricavi pubblicitari delle reti Mediaset – è la cattiveria su cui ironizzavano ieri nei corridoi del gruppo leghista al Senato – Non ci possiamo certo attendere attacchi frontali al governo». Del resto, il premier Conte fuori da Palazzo Chigi ha pure lodato Berlusconi, dopo averne letto l’intervista: «Credo si possa oggettivamente dire che Fi è la forza di opposizione che si sta distinguendo per un atteggiamento più costruttivo e anche più responsabile».

Idillio. Che ha fatto saltare i nervi, al contrario, dentro il Movimento. In un giro frenetico di telefonate tra parlamentari e grillini di governo non è sfuggito quel plauso del capo dell’esecutivo, arrivato dopo che lo stesso Berlusconi aveva attaccato nell’intervista il M5S, per altro sul terreno per loro assai delicato dei fondi Mes.

L’acquisto della senatrice Marinella Pacifico potrebbe costituire un punto di svolta per la Lega di Salvini. Prima che venisse oscurato dall’interessata, nel 2018 in seguito a una serie di articoli che ne parlavano, il suo profilo facebook era infatti un ricettacolo di complottismo, tesi ridicole e fregnacce varie sulla salute.

Per Salvini sarebbe un acquisto decisivo.

EDIT ORE 15,29: “Non penso che la Lega sia il “male assoluto” e non demonizzo alcun partito i cui esponenti siano stati democraticamente eletti in parlamento per rappresentare il popolo italiano, tuttavia la mia distanza dai modi e toni non proprio eleganti del suo leader e dall’ipocrisia di fondo di un partito che, inalberato il vessillo di “Dio, Patria e Famiglia”, solletica abilmente la paura del diverso e persegue l’interesse dei più ricchi, è semplicemente incolmabile”. Lo scrive su Fb il senatore di M5s Mattia Crucioli, che un articolo di “Repubblica” indicava come prossimo al passaggio alla Lega.

Leggi anche: La storia della lettera anonima sul presunto abuso edilizio di Susanna Ceccardi