Politica

Luigi, stai sereno: come i grillini si schierano tra Di Maio e Di Battista

neXt quotidiano|

di maio di battista quota 41 - 1

Monica Guerzoni sul Corriere della Sera oggi ci racconta le correnti renzian ehm grilline all’interno del MoVimento 5 Stelle mentre scoppia il disagio tra i due contendenti. Alessandro Di Battista e Luigi Di Maio, che ieri se le sono date senza nominarsi come i leader democristiani della Prima Repubblica, cominciano a sembrare come Letta e Renzi:

Sarà. Ma intanto senatori e deputati romani provano a organizzarsi in corrente per puntellare Di Battista, nato anche lui all’ombra del Cupolone. Manovre sottotraccia, che nessuno ammetterebbe mai. Paola Taverna infatti smentisce «attriti e malumori» e si ostina a dipingere i duellanti come «due amici», uniti dall’amore per il M5S.

m5s di maio di battista
La galassia grillina (Corriere della Sera, 24 giugno 2019)

Intanto però il ritorno dell’ex deputato spacca il Movimento e fa tremare il governo. Nel team di Di Maio il timore è che Di Battista si stia ritagliando il ruolo del guastatore.« L’apertura al secondo mandato è una polpetta avvelenata», commenta un senatore amico del leader.

E un esponente del governo rivela il timore dei vertici: «Alessandro aveva deciso di rinunciare al ruolo in segreteria, ma ora ha cambiato idea. Ha capito che non si vota e vuole un ruolo per ricostruire il rapporto con la base». Per dirla con la freddura renziana che gira tra i parlamentari: «Luigi, stai sereno».

Leggi anche: Come Laura Castelli e i grillini stanno per diventare Sì TAV