Opinioni

Luca Bergamo consiglia al PD di parlare con il M5S

Si allarga il numero di personaggi che sono lontani dal Partito Democratico ma gli consigliano di parlare con il M5S per il governo. Quelle per le presidenze delle Camere “sono elezioni che rispondono a logiche parlamentari, ai numeri. Sul governo troverei confortante e necessario allargare lo sguardo”, dice il vicesindaco di Roma, Luca Bergamo, intervistato dal Fatto Quotidiano. “Il punto è fare politica con chi crede che ogni essere umano debba avere pari opportunità e pari diritto alla dignità”. Lei parla alla sinistra? “C’è un evidente problema di ciò che si è autodichiarato ‘sinistra’ di dare risposte a domande che sono di sinistra”, risponde. Le possono dare i Cinque Stelle quelle risposte? “Dove sto io queste domande se le fanno”, afferma. Ieri però la sindaca ha detto di apprezzare le parole di Salvini su Roma.

luca bergamo 100cellos

“Raggi – precisa Bergamo – ha apprezzato che si riconosca la necessità di poteri speciali per la Capitale. Se matura una consapevolezza generale di questa necessità è un bene per tutti. Che questo costituisca un’apertura politica alla Lega mi pare ‘farina dal sacco’ dei commenti”. Si offre come mediatore tra Cinque Stelle, Pd e LeU? “No, Di Maio ha l’autorevolezza per farlo”, afferma. Crede che si possa aprire un canale di comunicazione? “Una quota consistente di elettorato l’ha già aperto”, “bisogna giocare a carte scoperte: io credo che le carte di Di Maio lo siano. Poi, certo, chi è interessato gli può chiedere di approfondire. Ma ho sentito poche voci aprire al dialogo”, conclude.

Leggi sull’argomento: Cosa ha capito Virginia Raggi su Matteo Salvini che dà più poteri a Roma